Agility – Tutti insieme a bordo campo…

0


 

Tutti insieme a bordo campo – Agility World Championship 2015

L’appassionante sfida internazionale di Agility, che quest’anno si è svolta dall’8 al 11 di ottobre a Bologna presso l’Unipol Arena, ha visto 475 partecipanti provenienti da 37 nazioni di tutto il mondo! Si tratta di decidere, attraverso la “Combinata” (che è la somma di due prove, una di Agility e una di Jumping) chi è il migliore al mondo per ognuna delle tre altezze di cane: Small, Medium e Large. I titoli sono stati assegnati attraverso delle prove individuali e a squadra; le squadre erano composte da quattro partecipanti per nazione con la possibilità di cimentarsi anche individualmente. Grande affluenza di pubblico! Gli italiani si sono distinti anche per la tifoseria, che ha incoraggiato i nostri atleti in ogni loro competizione con accalorati e travolgenti incitamenti, dimostrando quanto sia in crescita l’interesse attorno a questo sport a 6 zampe. Nel bellissimo palazzetto i quattro giorni di gara hanno attirato più di 50.000 spettatori paganti, con emozioni a non finire. Quando gli atleti di casa con i loro cani hanno dato prova della loro bravura, l’orgoglio nazionale si è trasformato in un tripudio di bandiere tricolore che volavano alte sugli spalti; la squadra italiana dopo mesi di allenamenti, durati quasi tutto il 2015 e un percorso di selezioni molto impegnativo si è dimostrata fortissima! Difatti i risultati non si sono fatti attendere, nella prova individuale della categoria Small, composta da un esplosivo Parson Russell Terrier di nome Heisse Liebe Schokolade condotto dal nostro atleta Vlad Ciprian Stefanut otteniamo le prime grandi soddisfazioni. (nella foto)


 
La coppia riesce a piazzarsi terza nell’Agility e sesta nel Jumping, garantendosi la combinata (che è la somma dei tempi delle due manche) e quindi diventando Campioni del Mondo! In Agility spesso il vincitore non è quello che arriva primo in una sola gara, ma colui che dimostra di essere il migliore nella somma delle due competizioni, che sono profondamente diverse dal punti di vista agonistico: una nella quale prevale la velocità, l’altra dove la differenza la fa la precisione di esecuzione. Bene comunque ha fatto la squadra Italiana nell’Agility Large piazzandosi sul gradino più alto del podio, grazie a Denis Beoni con Brie, Ruggiero Rociola con Albireo, Gianluca Schingaro con Encore e Fabio Zannoni Pinkstar con Edy (tutti Border Collie), poi però penalizzati dal 21° posto del Jumping, che gli ha fatto concludere la combinata comunque ad un dignitoso nono posto. Sempre per gli italiani nelle singole specialità, hanno brillato le prestazioni di un ottimo Andrea Cacciatori nel Jumping individuale Small, con il suo Parson Russell Terrier di nome Koi Black, che gli ha permesso di portare a casa una medaglia d’argento. (nella foto)


 
Stesso risultato, sempre nella stessa categoria, ma nella specialità Jumping anche per Luciano Ganz con l’intrepida Eva (Parson Russell Terrier). Emozionante e di assoluto valore è stato anche il terzo posto,  nello Jumping individuale Large, di Patrizia Ciuffetti con un Pastore Belga Malinois di nome Good Night Red Moon, sconfitta per soli 25 centesimi di secondo dai neocampioni del mondo,  Ikea e Fiona, dello slovacco Pavol Vakonic (autentica sorpresa del mondiale). Dopo lo strapotere della coppia composta da Lisa Frick e il fortissimo (Border Collie) Hoss che per quattro anni consecutivi ha mantenuto il titolo iridato nella categoria Large, quest’anno Pavol è riuscito ad imporsi vincendo le sue competizioni con prestazioni di alto livello (sul web potete vedere un video delle due manche sovrapposte, dove si può notare la corrispondenza di movimenti sia dei cani che del conduttore che completano il percorso con solo 17 centesimi di secondo di scarto!) e interrompendo la lunga dittatura della veterana Frick. Credo sia la prima volta nella storia dell’Agility Large,  del Word Championship, che avviene una “doppietta” simile! Bene…siamo arrivati ai titoli di coda, anche quest’anno si sono conclusi in un’atmosfera esaltante i campionati del mondo di Agility, grazie all’impeccabile organizzazione e la passione che ha contraddistinto tutte le persone che amano questo sport, che ha la grande capacità di fondere in semplici movimenti, il grande cuore di questi intrepidi cagnetti con quello dei loro compagni a due zampe, regalando momenti di condivisione unici che rappresentano il vero atavico scopo di questa insostituibile relazione fatta di due anime che si amano e che lo traducono in questa stupenda attività di coppia… l’Agility. È stata una esperienza elettrizzante e sono felice di poter dire… c’ero anch’io!

Condividi.

Autore

avatar

Partner