La Rally-Obedience: una disciplina tutta da vivere!

0

La Rally-Obedience: una disciplina tutta da vivere!
 

La Rally-Obedience: una disciplina tutta da vivere!

La Rally Obedience è uno sport cinofilo che fa parte delle discipline proposte dal circuito nazionale CSEN Cinofilia dal 2011. Più comunemente conosciuta come Rally-O, questa attività sportiva viene svolta da binomi uomo-cane, con 4zampe di tutte le età e di tutte le razze, per questo è amata e divulgata ormai da tantissimi centri cinofili in tutta Italia. Gli appassionati sono molti e ad ogni evento, con il passare degli anni, si sono visti sempre più binomi partecipare alle gare e frequentare attivamente gli eventi contribuendo alla diffusione e alla crescita di questa disciplina (creando un ambiente famigliare, piacevole e contornato da risate e buon cibo!). Cercando di andare nello specifico, vi spiegherò in che cosa consiste e quali sono le caratteristiche che deve possedere un binomio per poter iniziare il suo percorso da Rallista:

    1. La Rally-O non richiede uno sforzo fisico elevato da parte del conduttore (fondamentale però avere almeno una buona memoria…), qualsiasi persona, dai bambini agli anziani, può cimentarsi nella conduzione di un cane in questo sport.
    2. La base per iniziare a praticarla è una buona relazione tra l’uomo ed il proprio cane, solo in questo modo il binomio potrà imparare gli esercizi richiesti durante i percorsi.
    3. La disciplina di per sé prevede un tracciato costituito da delle stazioni segnalate da cartelli (da 10 a 20 in base al grado di appartenenza del binomio), ai quali corrisponde un determinato esercizio che il binomio deve svolgere. Anche gli esercizi sono in linea tra difficoltà e grado di appartenenza. Il percorso (in base al grado) è da effettuare in un determinato lasso di tempo.
    4. L’aspetto che rende unica la Rally-O, è che gli esercizi richiesti non sono unicamente quelli di obbedienza base e avanzata, ma anche quelli più movimentanti come: il salto, lo slalom insieme al binomio, la spirale e le svolte. Non è quindi una disciplina statica e monotona, né per il cane né per il proprietario.

Come anticipato sopra quindi, ogni percorso ha un livello di difficoltà in base al grado di appartenenza del binomio, pertanto di seguito, andrò ad elencare in ordine di difficoltà, i gradi previsti dalla Rally-O circuito CSEN:

Grado Puppy (GP):Per cani che abbiano un’età compresa tra 6 e 12 mesi; il percorso è composto da 10 cartelli.

Grado Esordienti (GE): Per cani che abbiano un’età superiore ai 6 mesi; il percorso è composto da 10 cartelli.

Grado 1 (G1): Per tutti i cani che hanno ottenuto i 3 Eccellenti in GE o abbiano compiuto i 16 mesi di età; il percorso è composto da 15 cartelli.

Grado 2 (G2): Per tutti i cani che hanno ottenuto il Grado 1; il percorso è composto da 18 cartelli.

Grado 3 (G3): Per tutti i cani che hanno ottenuto il Grado 2; il percorso è composto da 20 cartelli.

Voglio sottolineare quanto detto all’inizio, la Rally-O è aperta a binomi di tutte le età, per questo oltre ai gradi elencati sopra esistono anche quelli detti “speciali”:

Grado Veterani (GV): Per tutti i cani che hanno superato i 9 anni di età, o che siano affetti da gravi patologie fisiche e per conduttori over 65; il percorso è composto da 12 cartelli.

Grado Giovani conduttori – Avviamento ed Élite (GJHA e GJHE): Per conduttori da 8 a 18 anni; i percorsi sono due: il primo di 10 e il secondo di 15 cartelli.

Grado Pre Junior (GPJ):Per conduttori con età inferiore a 8 anni o conduttori con gravi Handicap; il percorso varia da 4 a 6 cartelli.

Per ogni gara sarà presente un Giudice, il quale avrà il compito di segnalare le penalità effettuate nel percorso dal binomio, spiegarle a fine gare e aiutare così il binomio a comprendere su quali aspetti dovrà concentrare il proprio lavoro in allenamento. A fine percorso ogni binomio avrà una qualifica:

  • Eccellente netto (200 punti);
  • eccellente (da 190 a 199 punti);
  • molto buono (da 180 a 189 punti);
  • buono (da 170 a 179 punti);
  • non qualificato (per punteggi inferiori a 170 o eliminazione).

È necessario dal Grado GE conquistare almeno 3 eccellenti per accedere al grado successivo.

Le penalità che possono essere rilevate durante un percorso sono varie, di seguito ne elenchiamo alcune:

  • Mancato svolgimento dell’esercizio totale (-10 Punti);
  • doppio comando (gestuale o verbale (- 2 punti);
  • abbattimento cono o asta del salto (- 2 punti);
  • cibo che cade a terra (-1 punto).

Insieme proviamo a comprendere meglio alcuni cartelli della Rally-O:

La Rally-Obedience: una disciplina tutta da vivere!

Cartello n. 59

GIRA 90° DESTRA, 1-2 PASSI, TERRA E AVANZA: Il binomio superato il cartello che si troverà sulla destra del conduttore, girerà di 90° a destra; dopo 1 o 2 passi il conduttore darà il comando terra al cane e nell’immediato proseguirà con lo stesso in condotta, non fermandosi e non premiandolo.

La Rally-Obedience: una disciplina tutta da vivere!

Cartello n. 14

GIRA 360° SINISTRA: Il binomio dopo aver superato il cartello, che troverà alla sua destra, eseguirà una rotazione a sinistra di 360° in condotta insieme al cane, rimanendo all’interno dello spazio delineato come da regolamento.

La Rally-Obedience: una disciplina tutta da vivere!

Cartello n. 16

FRONTE PIEDI (SINISTRA) E AVANZA: In prossimità del cartello, in condotta il conduttore richiederà al cane di mettersi seduto di fronte ad esso e successivamente al piede, senza sedersi, girando sul fianco sinistro del conduttore potendo così ripartire in condotta.

La Rally-Obedience: una disciplina tutta da vivere!

Cartello n. 49

IN PIEDI IN CONDOTTA GIRA INTORNO: Il conduttore in condotta darà il comando al cane di restare fermo in piedi. Il conduttore dovrà compiere un giro completo intorno al cane in senso antiorario e riposizionarsi alla destra dello stesso in posizione del piede. In questo esercizio il cane verrà premiato prima di ripartire in condotta.

La Rally-Obedience: una disciplina tutta da vivere!

Cartello n. 6

SEDUTO, TERRA e GIRA INTORNO: In prossimità del cartello il conduttore si fermerà e il cane dovrà assumere la posizione base di seduto, al comando del conduttore dovrà poi assumere la posizione terra e restando fermo permetterà al conduttore di effettuare un giro intorno ad esso. Alla fine dell’esercizio si premierà il cane e si ripartirà insieme in condotta.

La Rally-O è un perfetto e concreto proseguimento del percorso educativo del vostro cane, è profondamente importante per la disciplina e per chi da tempo la pratica, avere un miglioramento nella relazione con il proprio cane. È un divertimento per entrambi, che però porterà benefici anche nella gestione quotidiana perché crescerà sempre di più la fiducia di entrambe le parti del binomio.

Per qualsiasi informazione su stage, corsi e allenamenti potete visitare il sito www.csencinofilia.it o il mio sito personale www.redogsasd.it .

Condividi.

Autore

avatar

Partner