Le attività di Agility sono di tipo individuale…

0

Le attività di Agility sono di tipo individuale…
 

Le attività di Agility sono di tipo individuale o a squadra?

Esistono fondamentalmente due tipi di sport, quelli di squadra, come ad esempio: il calcio, il canottaggio, la pallavolo… e quelli individuali… come: il tennis, l’atletica leggera, il Karate etc.. Lo sport del quale ci occupiamo noi, quello cinofilo, in realtà appartiene alla prima categoria. Gli sport cinofili hanno infatti la particolarità di essere praticati da un binomio, un uomo e un cane che devono imparare a capirsi, a interpretarsi, ad agire all’unisono, per ottenere il risultato voluto. Se proprio vogliamo dirla tutta, voluto solamente dalla parte umana del binomio… perché parliamoci chiaro… al cane in effetti non frega niente di vincere o perdere, lui sa solo che sta facendo una cosa divertentissima con il suo compagno umano, un bellissimo gioco, il cui unico fine è il gioco stesso. Il che rende ancora più difficile trovare quella sintonia di cui si parlava poc’anzi; questo perché è uno solo dei due a porsi l’obbiettivo del podio, l’altro (Fido) più che altro deve capire il da farsi senza conoscerne lo scopo. Ma quando ci si riesce, quando l’uomo e il cane si capiscono davvero, allora diventano un tutt’uno… nasce la magia e i due si muovono all’unisono come in un aggraziato balletto. Succede nell’Obedience, nella Disc dog, nella Dog dance e soprattutto in Agility, dove una frazione di secondo, una minima incomprensione, un attimo di ritardo può cambiare il risultato da “abbiamo vinto” a “ops, eliminati!”.

Le attività di Agility sono di tipo individuale…
 
Dove quindi la perfetta intesa è tutto…. Ora… staccandoci per un attimo da quanto detto (Agility = sport individuale o di squadra – inteso come senso intrinseco), all’interno di questo fantastico sport di coppia nelle varie competizioni dedicate come i mondiali FCI e WAO, oltre alla gara individuale è prevista anche la gara a squadre. Girare in individuale è molto diverso dal girare come componenti di una squadra. Cambiano le motivazioni, cambiano le strategie, cambia spesso persino il modo di condurre. Non si ha più solo la responsabilità del proprio giro, ma anche del risultato di tutta la squadra. In una gara di questo tipo, generalmente ogni squadra è composta da quattro binomi e in genere si tiene conto dei tre migliori risultati, scartando quello peggiore. Di questi verranno sommati i tempi e le penalità per arrivare al risultato finale della squadra; ma mentre per vincere in una gara individuale bisogna puntare alla velocità, correndo dei rischi a volte anche notevoli per riuscire a raggiungere il podio, in una a squadre ha maggiore importanza la precisione. In una competizione individuale, puntare al netto trattenendo il cane dall’esprimere tutta la propria potenza, fare insomma il cosiddetto “compitino”, per piazzarsi magari al diciottesimo posto, non ha nessun senso. Meglio, molto meglio buttarsi, dare tutto, correre e “tirare” al massimo il proprio compagno a 4 zampe per guadagnare preziosi decimi di secondo, rischiando a ogni passo di commettere errore o addirittura di farsi eliminare, ma cercando di raggiungere almeno uno dei gradini del podio. Nelle gare a squadre, invece, è esattamente il contrario. I tempi di almeno tre dei componenti del team vengono sommati, le penalità anche, quindi cercare di ottenere tre netti è la migliore strategia per puntare alla vittoria. Certo, questo non significa passeggiare tra gli ostacoli, si deve comunque imprimere un buon ritmo al proprio giro, ma meglio un secondo perso che una stecca caduta o una zona saltata.

Le attività di Agility sono di tipo individuale…
 
Esiste però anche un altro tipo di gara a squadre, sicuramente il più divertente per chi lo fa e il più spettacolare per chi guarda da fuori: la Staffetta. Nella Staffetta, i binomi della stessa squadra invece di girare uno per volta indipendentemente, con i risultati di tutti sommati alla fine, girano uno dietro l’altro passandosi un testimone, facendo a seconda dei casi tutti lo stesso percorso per intero, oppure ognuno un pezzo del percorso, diviso in quattro parti. In questo tipo di competizione a squadre, l’unione tra velocità e precisione deve essere perfetta, solo così si può sperare di ottenere la vittoria; ovviamente anche il tempismo dei concorrenti deve essere perfetto, in modo che al passaggio del testimone non vengano persi secondi preziosi.

Le attività di Agility sono di tipo individuale…
 
Un’altra competizione internazionale che prevede la partecipazione a squadre è la International All Breeds Cup, che quest’anno si svolgerà in Ungheria dal 10 al 12 giugno. Per il quarto anno consecutivo l’AIA – Associazione Italiana Agility – porterà una propria rappresentativa a partecipare a questo prestigioso appuntamento internazionale. Oltre alla gara individuale, la IABC prevede anche una gara a coppie, due cani della stessa razza anche di taglie diverse e per l’appunto la gara a squadre, con quattro cani, tutti della stessa taglia di cui almeno uno deve essere di una razza diversa dagli altri. In questo tipo di sfida ogni declinazione dellAgility è quindi contemplata: l’individuale, la coppia e anche la squadra… tra le attività di rilievo c’è persino una coppa che tiene conto dei risultati ottenuti da tutti i binomi facenti parte della stessa nazione. Proprio per fare gruppo e risvegliare in tutti lo spirito di squadra, l’AIA poterà i binomi selezionati ed eventuali altri concorrenti che volessero gareggiare come simpatizzanti, ai quali verrà comunque regalata la tenuta di gara e tutti insieme viaggeranno fino in Ungheria (in un pullman noleggiato apposta) permettendo così ai concorrenti di conoscersi e di affiatarsi prima di arrivare a destinazione.

Le attività di Agility sono di tipo individuale…
 
Ma la gara a squadre per eccellenza è forse il Mundialito AIA, nel giro di pochi anni diventata una delle competizioni di maggior successo del panorama agilitistico italiano. Il Mundialito AIA è infatti una gara in cui team di quattro binomi si danno battaglia in Agility, Jumping, Tunnel cup e Staffetta per cercare di arrivare in finale e aggiudicarsi uno dei ricchi premi in palio. La formula è interamente basata sul team che ne ha decretato il grande favore da parte degli agilitisti italiani. Il Mundialito 2015, tenutosi alla fine del mese di novembre dell’anno scorso, ha visto la partecipazione di ben cento squadre per un totale di quattrocento binomi, un numero difficilmente raggiungibile in una gara al giorno d’oggi. Il Mundialito AIA 2016 si terrà invece i prossimi 18 e 19 giugno a Cavallino (VE), presso la bellissima struttura del campeggio Union Lido. L’AIA ha così deciso di accontentare l’unica richiesta fatta dai partecipanti per rendere il Mundialito “la gara perfetta”, cioè organizzarla quando fa caldo… e così sarà quest’anno, spostandola da novembre a giugno, dalle nebbie dell’Emilia Romagna, alle calde spiagge venete di Jesolo e dintorni, in una struttura attrezzata per grandi eventi di Agility e per ospitare al meglio gli atleti e i propri accompagnatori con i loro compagni a quattro zampe.

Le foto di questo articolo sono state realizzate da: Photoservice UNION LIDO VACANZE Cavallino (VE)
fotoservice@fotoalmare.com

Condividi.

Autore

avatar

Partner