Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo a Trieste.

0

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive durante il Trieste Running Festival Miramar 2017 con i loro cani da salvataggio in mare.

Nel pomeriggio di sabato 6 maggio, grazie alle unità cinofile di soccorso nautico triestine, si è disputato l’evento dimostrativo UCIO Miramar, tenutosi presso la Scala Reale sulle Rive a Trieste; il tutto sotto gli occhi di molti  avventori amanti degli sport da lavoro e cinofili. Autori protagonisti di questa bella manifestazione alcuni soci volontari delle Unità Cinofile Operative U.C.I.O. Onlus (CLIKKA) della Protezione Civile FVG. Grazie anche al preziosissimo aiuto di Paola, Elena, Valeria, Caterina con Porter (Istruttore Cinofilo UCIO assieme a Cristiano) e i giovanissimi Giulio e Giovanni, che hanno gestito l’organizzazione da terra, i binomi acquatici hanno dato sfoggio di preparazione e professionalità con una serie di esercizi dimostrativi che poi andremo a descrivere con l’ausilio delle immagini prodotte dal nostro reporter sul campo 🙂 . Come in tutti i gruppi di lavoro che appartengono a questo mondo costruito sull’altruismo ed il volontariato, le vere star sono state i 4zampe super competenti che hanno partecipato all’evento. I soggetti di età media tra i tre ed i sei anni sono tutti della categoria Retriever (Flat Coated, Golden, Labrador e Chesapeake Bay), ma dai ranghi svettava una bellissima Terranova di nome Greta (della quale descriveremo più tardi le performance), supportata psicologicamente da Ghirlo, un meraviglioso esemplare di Bovaro del Bernese (nella foto in basso).
 
Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
L’evento si è aperto con della fastidiosa pioggerella, ma con l’andare avanti degli eventi in programma, il tempo si è riscattato con il classico sole basso del tardo pomeriggio. Questo ovviamente ha favorito il giungere di più persone interessate a quanto stava accadendo ed a rendere il tutto più elettrizzante. Ovviamente, questi intelligenti e atletici cagnoni da lavoro non potevano svolgere le loro mansioni se non in compagnia dei loro conduttori, che come ben sapete insegnano loro a nuotare in acqua al loro fianco. Volutamente ho lasciato la scena ai pelosi, ma una nota di merito a quanto visto e che regolarmente viene svolto sulle coste triestine durante la stagione balneare è dovuto all’impegno e serietà (oltre che alla preparazione tecnica ovviamente), dei loro compagni a due zampe: i conduttori. Il gruppo è formato da abili nuotatori, tra cui il presidente e istruttore Cristiano Drosg, che nell’occasione ha contribuito anche (oltre che nelle prove) presentando gli esercizi prima che iniziassero. A ufficializzare l’evento spiccava la brillante speaker, Claudia Cappelli, medico di pronto soccorso ed istruttore BLSD.
 
Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Dopo un breve riscaldamento quindi, i binomi sono entrati in acqua in fila indiana e si sono disposti orizzontalmente rispetto alla riva, a circa 30 metri, salutando il pubblico con il proprio cane a fianco, per poi procedere nuovamente verso la salita a terra e uscire composti, il tutto ricordava un ingresso di ginnastica ritmica in vasca, in pieno stile olimpiadi (nella foto sotto).

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Una delle precauzioni prese da alcuni soccorritori (quelli che hanno preferito rimanere in acqua con il proprio peloso, per evitare lo stress del cane dovuto all’incalzare del pubblico e al trambusto generale facilmente immaginabile in occasioni simili), era comunque quella di rimanere in una sorta di “panchina acquatica virtuale” sotto la riva, senza però intralciare chi svolgeva il proprio esercizio o stava per prepararsi nel farlo, chi entrava o usciva dall’acqua.

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Il primo esercizio presentato, prevedeva il soccorso di un bagnante (pericolante) in difficoltà in stato ancora cosciente e il suo recupero in tempi strettissimi senza alcun tipo di ausilio tecnico (es. baywatch). Il binomio incaricato di questa prova era Lorenzo/Lumpy (nella foto sotto).

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Nella seconda prova, che prevedeva il recupero di un bagnante (pericolante) in stato di incoscienza, il soccorso è stato effettuato con tecniche miste. Le unità cinofile preposte erano formate da Alessio con Olliver (splendido esemplare di Labrador Retriever Chocolate) e Tullia con Iole, una giovane Golden Retriever (nella foto sotto).

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Il terzo esercizio simulava il soccorso di un bagnante cosciente, ma con crampi. La difficoltà di questo intervento, effettuato senza ausilio galleggiante, consisteva nel fatto che il pericolante durante il rientro accusava nuovamente un crampo ad una gamba, così il soccorritore, proprio grazie all’aiuto del cane, ha potuto iniziare già durante il rientro a terra una manovra distensiva muscolare e tranquillizzare il pericolante. Gli incaricati al salvataggio in questa circostanza erano Edo con Brienne. Il quarto esercizio mette alla prova invece gli interpreti (Elita e Margot) non solo per le capacità natatorie, ma anche per quanto riguarda le tecniche BLS (Basic Life Support). Come potete vedere dalle immagini, il soggetto è stato tratto in salvo, issato sul gommone e prontamente rianimato, il tutto mentre Margot (bellissima Golden Retriever di 3 anni) con audacia trainava il gruppo in salvo (nella foto sotto).

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Lo spettacolo prosegue con la quinta prova, capitanata dal binomio Cinzia/Greta (la stupenda Terranova Brown di inizio articolo), con il recupero di una imbarcazione in avaria. L’unità cinofila nuota sino alla barca (nell’occasione un gommone) dove riceve una cima con la quale la cagnolona traina tutti a riva soddisfatta (nella foto sotto).

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Il sesto intervento in acqua, questa volta impiega contemporaneamente due unità cinofile composte da: Elita e Margot ed Edoardo e Brienne, che attraverso l’ausilio di un salvagente anulare, i primi e un torpedo (o in gergo tecnico rescue tube), i secondi, effettuano il salvataggio di un bagnante cosciente. La prova risulta interessante poiché si evidenzia l’organizzazione e il sincronismo dei movimenti dei binomi durante l’operazione di recupero (nella foto sotto).

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Siamo quasi giunti alla fine delle esibizioni e una delle ultime prove, la settima, si distingue sin da subito dalle altre per la specifica intenzione delle unità cinofile, di mostrare agli spettatori presenti le varie tecniche di nuoto avanzato utilizzate nei vari esercizi: Alessio con Oliver, Lorenzo con Lumpy, Tullia con Jole e Matteo con Odin (nella foto sotto), nuotano cambiando spesso direzione e il cane li segue fedelmente al fianco concentrato su di loro, ogni tanto si fermano e i loro cani rimangono in attesa di ricevere altre indicazioni girando attorno al proprio conduttore. Alla fine le unità cinofile fanno vedere come sia possibile far riposare il cane con l’esercizio di sostentamento (in pratica tenendo il cane in braccio in acqua), indispensabile per tutelare il loro benessere in qualunque caso si renda necessario, malore o affaticamento che sia.

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Nella penultima prova, scendono in “campo” nuovamente Elita e Margot e il veterano presidente dell’UCIO, Cristiano Drosg, cimentandosi nel recupero di una vittima priva di sensi, mettendo in evidenza grande mestiere e soprattutto presenza del compagno 4zampe. Ovviamente non si può che citare il suo fedele Labrador, il celeberrimo, pluridecorato (olimpiadi cinofile di nuoto, ben tre medaglie), Jigen (nella foto sotto), che se mai ce ne fosse bisogno, ha ancora una volta messo in mostra tutte le sue doti, non solo di abile e smaliziato nuotatore, ma anche di essere in perfetta simbiosi con il suo conduttore. Durante la prova hanno colpito tutti i presenti, i semplici gesti di Cristiano nel mentre della performance e le interazioni quasi telecomandate di Jigen. Che dire, semplicemente fantastici!

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Siamo finalmente giunti, alla prova principe, l’ultima della manifestazione, un difficilissimo doppio salvataggio di due bagnanti in difficoltà, affidati ad una singola unità cinofila: al sopracitato “dream team” Cristiano/Jigen. Come potete vedere dall’immagine che li ritrae in azione, Cristiano e i due malcapitati (questa volta fortunati), aggrappati alla cima del baywatch, vengono trainati a riva dalla “motrice” Jigen. Ovviamente il recupero è riuscito alla perfezione e i due figuranti sono stati tratti regolarmente in salvo 😉 .

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
A questo punto in molti di voi penseranno che tutto sia finito qui… ed invece, siccome una delle responsabilità di chi vigila le nostre spiagge del litorale triestino è quella di prestare a terra un primo soccorso (dopo il recupero in mare) in attesa dell’ambulanza, è stata fatta una dimostrazione usando anche il defibrillatore, che le unità cinofile hanno in dotazione, esponendo al pubblico le corrette manovre di come si esegue un intervento di rianimazione (nelle foto sotto). Questo esercizio è stato affidato agli assistenti bagnanti della Federazione Italiana Nuoto che per tutta l’esibizione hanno preso le parti dei pericolanti, guidati da Marco Carlini, fiduciario F.I.N. e presidente di Band of Rescue, associazione che si occupa di formazione in ambito di soccorso nautico.

Le Unità Cinofile Operative danno spettacolo sulle Rive con i cani da salvataggio alla Miramar Trieste running festival
 
Quindi nel contenuto di questo articolo abbiamo cercato di raccontare nel modo più semplice possibile, il difficile compito delle unità cinofile, che vorremmo ricordare, sono assolutamente tutti volontari non retribuiti, che antepongono i propri interessi personali al fine di prestare aiuto a chi spesso giunge sulle nostre coste per una giornata di relax. Questi angeli a 6zampe quindi sono là fuori (supportando così attivamente la Protezione Civile) a vegliare su tutti coloro possano essere in difficoltà in mare; la cosa che voi bagnanti potreste fare per ricambiare questo encomiabile impegno è almeno prestare attenzione alle più elementari logiche comportamentali, prima di tuffarvi nella acque sorvegliate (per vostra fortuna) dai grandi occhioni di questi irriducibili pelosi amanti dell’acqua e della natura. Siamo arrivati all’epilogo, che dire, un’ora di dimostrazioni di eccellenza in un clima di amore tra un conduttore e il suo fido cane, un’ora di “breve” lavoro per questi instancabili cagnoni, ma che al contrario dei loro padroni la giusta forma di riconoscimento e premio l’hanno avuta… godetevela in questo filmato… arrivederci alla prossima puntata!

Condividi.

Autore

avatar

Partner