Volete un cucciolo gestibile ed equilibrato?

0

Volete un cucciolo gestibile ed equilibrato?
 

Volete un cucciolo gestibile e ben equilibrato? Cercate un allevamento che li sappia stimolare…

Ogni cucciolo riceve dai propri ascendenti un corredo genetico che formerà il suo aspetto morfologico e caratteriale. Se la sua morfologia non potrà essere sostanzialmente modificata, altrettanto non si potrà dire in riferimento al suo carattere, che sarà notevolmente influenzato nella sua formazione e dalle esperienze vissute. Sono stati identificati, nella vita del cane, dei periodi cosiddetti “critici”, cioè fondamentali per la formazione del suo carattere. Il primo periodo critico è suddiviso in : “PRENATALE” (nel grembo materno), “NEONATALE” (da zero a due settimane di vita), periodo di “TRANSIZIONE” (da due a quattro settimane di vita) e periodo di “SOCIALIZZAZIONE” con i cani e con l’uomo (da quattro a dodici settimane di vita). Una corretta gestione di questi periodi, consentirà al cucciolo di affrontare il suo percorso di vita con maggior sicurezza in se stesso. In tutto questo è evidente come sia delicato il compito dell’allevatore, al fine di garantire un lavoro che tenga conto del fatto che il primo periodo critico, così importante,  è inserito proprio in uno spazio di tempo durante il quale il cucciolo è ancora presso il proprio allevamento, dato che non può e non deve essere ceduto prima dei sessanta giorni di vita. Nel periodo prenatale è necessario che la mamma dei cuccioli, prima della nascita degli stessi, viva in un ambiente sereno e familiare. È stato dimostrato, da importanti ricerche, che cuccioli nati da fattrici tenute in condizioni di stress, crescono più impauriti, mostrando capacità ridotta di apprendimento. Per quanto riguarda il periodo neonatale, alcuni comportamentalisti cinofili hanno messo a punto un programma di stimolazione precoce. Personalmente ritengo che questi programmi debbano essere utilizzati solo con la collaborazione di un esperto educatore cinofilo, oppure se si è personalmente seguito un corso o un seminario in merito. Questo perché alcune operazioni apparentemente semplici, sono in realtà molto delicate, non adatte all’improvvisazione. Nel periodo di transizione si sviluppano invece le capacità sensoriali ed è questo l’inizio del più importante periodo della vita del cucciolo. Il compito dell’allevatore, in questo periodo e nel successivo, è quello di rendere ricco di stimoli positivi l’ambiente dove vive il piccolo cane. I cuccioli del mio allevamento, in questo periodo, sono ancora nella loro “cassa parto” (la mia è di mt. 1,5×1,0). All’interno della stessa inserisco una serie di “giochi” di diverso materiale e dimensioni.

Volete un cucciolo gestibile ed equilibrato?
 
Si tratta di peluches di diverso genere, palline da tennis o di gomma, semplici bottiglie di plastica, private del tappo e del collarino (potenzialmente pericolosi perché potrebbero essere ingeriti). Diverse ricerche hanno dimostrato che ogni stadio dello sviluppo del cervello del cane, è influenzato dallambiente circostante. Crescere un cucciolo in un box, o in un ambiente privo di stimoli, condizionerà negativamente la capacità del cane di interagire, successivamente, con l’ambiente esterno. Al periodo di transizione segue quello di socializzazione; questa è una fase nel quale il cucciolo ha sviluppato in pieno tutti i suoi sensi ed è dunque pronto per fare esperienze più “impegnative”. Nel mio allevamento ho predisposto uno spazio esterno dove è possibile proporre diversi tipi di stimoli, alcuni curati con particolare attenzione, perché propedeutici ad attività cinofile future, come ad esempio quelle di ricerca. In questo ambiente è stato inserito un kennel, al fine di abituare il cucciolo ad entrarci dentro senza timore, cosa che avviene normalmente e semplicemente durante le attività di gioco con i propri fratelli e sorelle. Stessa cosa vale per la gabbia in filo metallico, che potrà essere utile per lasciare da solo il piccolo (in tutta sicurezza) per brevi periodi; così facendo lo abitueremo sin da subito a questa gestione e non ne soffrirà in futuro quando sarà nella nuova casa con i nuovi compagni umani.

Volete un cucciolo gestibile ed equilibrato?
 
Un tubo simile a quello utilizzato per le prove di Agility, rappresenterà anch’esso un divertentissimo gioco per i cuccioli, “attrezzo” che potrebbero incontrare di nuovo nel loro percorso di vita, per gioco o per prove di lavoro. Avendo già conosciuto il tubo in tenera età, lo riconosceranno e non mostreranno timore nell’approccio con esso. Alcuni stimoli sono stati particolarmente pensati e predisposti per abituare il cucciolo a superfici diverse, questo aiuterà il futuro cane adulto a svolgere, per esempio, compiti particolari come la ricerca su macerie. E’ chiaro che non si pretende di abituare il cane, in pochi giorni, a tutte le difficoltà che da adulto potrebbe incontrare, tuttavia, un lavoro svolto in questa delicata fase di crescita, sarà sicuramente un valido aiuto. Tutti i lavori di stimolazione del cucciolo da parte dell’allevatore, saranno resi inutili se il cane, nella sua vita futura, non sarà correttamente socializzato con l’ambiente esterno. Torniamo a parlare dei vari tipi di stimoli ed in particolare delle diverse superfici. Un cane adulto potrà trovarsi spesso nelle condizioni di dover camminare sulle griglie (ad esempio quelle dei marciapiedi) con vuoto sottostante. A questo scopo inserisco, nell’ambiente di gioco dei cuccioli, una griglia sollevata pochi centimetri da terra, sufficiente per simulare il vuoto sottostante.

Volete un cucciolo gestibile ed equilibrato?
 
I cuccioli ci cammineranno sopra senza timore, perché impegnati nelle attività ludiche, l’avranno associata ad una esperienza positiva come è appunto il gioco ed avranno imparato a riconoscere la griglia come “non pericolosa” non temendola in futuro. Una superficie instabile sarà invece simulata da una tavola metallica “basculante”, così da abbinare la sensazione di instabilità al rumore che si genera ogni volta che un lato della tavola tocca per terra.

Volete un cucciolo gestibile ed equilibrato?
 
Un esercizio di simulazione dell’attraversamento di un ostacolo si ottiene, ad esempio, realizzando una piccola area, dove sono state predisposte delle bottiglie di plastica che limitano il passaggio da una parte all’altra.

Volete un cucciolo gestibile ed equilibrato?
 
Personalmente ho utilizzato un gioco per bambini, cioè una piccola altalena alla quale ho legato, nella sua parte superiore, delle bottiglie di plastica. I cuccioli giocano con le bottiglie, attratti dal loro movimento, durante il gioco passano da una parte all’altra e… l’esercizio è fatto! Osservo con attenzione la reazione di ogni singolo cucciolo ai vari stimoli, al fine di tracciare un loro personale profilo caratteriale. Questo lavoro serve per valutare la loro assegnazione nelle nuove famiglie, a seconda delle future attività che dovranno svolgere. Cuccioli destinati a lavorare in varie discipline, dovranno mostrare da subito un carattere non timoroso. Il lavoro dell’allevatore dovrà essere portato avanti dai futuri proprietari, possibilmente con l’ausilio di una figura professionale come l’educatore cinofilo. Fra le più grandi soddisfazioni per chi alleva con passione, c’è senza dubbio quella di ricevere notizie positive sul comportamento del proprio cucciolo, nella vita quotidiana come nelle eventuali discipline da lavoro portate avanti. Il riconoscimento per il buon lavoro svolto ripaga di ogni sacrificio e spinge ad andare avanti nel pieno rispetto dei nostri amici a quattro zampe.    

Condividi.

Autore

avatar

Partner