Come migliorare o correggere gli atteggiamenti…

0

Come migliorare o correggere gli atteggiamenti...
 

Come migliorare o correggere gli atteggiamenti del nostro cane?

Com’è risaputo, le tipologie comportamentali più comuni che si riscontrano nel cane, sono spesso legate al carattere: ci si può trovare di fronte a dei soggetti dal carattere equilibrato, sicuri di se, che non presentano particolari problemi, oppure ad alcuni con un carattere meno forte, i quali diversamente possono manifestare alcuni problemi comportamentali; in ogni caso è compito del proprietario educare il cane e correggere eventuali atteggiamenti indesiderati. Un comportamento errato dell’animale è spesso dovuto:

  • Alle esperienze di vita del cane (soprattutto in fase di vita come quello della socializzazione e durante il periodo “giovanile”)
  • Al suo padrone (a causa della mancanza di esperienza e ad una scorretta comunicazione)
  • Ad un insano rapporto cane-padrone 
  • All’ambiente.

Ci tengo a precisare che anche la genetica è un aspetto fondamentale che influisce sul comportamento canino: il carattere del cane è sempre diverso da soggetto a soggetto, anche all’interno di una stessa cucciolata e fa si che i singoli si possano comportare in maniera diversa. Eventuali carenze o eccessi caratteriali (indocilità, eccessiva aggressività, insicurezza, paure e fobie) possono essere controllati attraverso il meccanismo di apprendimento dell’assuefazione. Il termine “assuefazione” significa “abituare a fare” ma anche “abituare a non fare” una determinata cosa e consiste nel distrarre il cane che si “comporta scorrettamente” con un gesto sonoro che lui assocerà alla ricezione di un rinforzo positivo (cibo, carezze, voce). Lo stesso concetto lo possiamo applicare anche ad un animale che vive una condizione di “evitamento”, esponendolo gradualmente ad un oggetto che gli mette paura (stimolo fobico): in questo caso specifico spesso si usa il termine “desensibilizzazione”, dove lo stimolo verrà proposto con intensità crescente (nel caso il soggetto reagisca in maniera positiva negli step precedenti). Quindi attraverso l’assuefazione, uno dei meccanismi di apprendimento usati per educare il cane, posso interrompere un comportamento sgradito del cane, che deriva da una carenza oppure un eccesso caratteriale, “abituandolo” ad un nuovo atteggiamento. Per eseguire correttamente questa tecnica il cane deve riconoscere una nostra gestualità sonora (ad esempio, uno schiocco delle dita o un tssss-tssss, etc.) che per lui significa “guardami… vieni da me che ti sbafi un bel boccone”. Il gesto che intendo usare dovrà essere insegnato inizialmente al cane in un contesto abituale (ad esempio a casa), semplicemente come esercizio di “riconoscimento” del gesto sonoro stabilito (con conseguente consegna di un boccone gradito). Nei primi periodi di insegnamento il cane deve ricevere il cibo-rinforzo ogni qualvolta identifichi il gesto sonoro stabilito. Successivamente toglieremo qualche ricompensa, sostituendola con lodi e carezze. Quando l’animale si dimostrerà molto recettivo e attento alla mia gestualità, inizierò a “fare pratica” al momento del manifestarsi del comportamento errato (ad esempio, l’abbaio eccessivo di guardia o nei confronti di altri cani). Questi comportamenti scorretti sono dovuti a:

  • Delle carenze di tempra (insicurezza)
  • Ad un istinto predatorio eccessivo
  • Ad una elevata aggressività da paura (che può portare come si diceva nell’articolo precedente, all’evitamento ma anche a grosse fobie).

Spesso si ottengono risultati veramente soddisfacenti usando il meccanismo di apprendimento dell’assuefazione, non una vera e propria correzione ma piuttosto una distrazione (abituazione), che necessita di una motivazione elevata del cane a ricevere una gratifica e ad un carisma comunicativo notevole da parte del padrone. Nelle prossime news tratteremo i “condizionamenti”:.. classico e operante; questi due meccanismi di apprendimento sono fondamentali per gli insegnamenti di base (classico) e avanzati (operante) in fase di educazione e addestramento… a presto!

Condividi.

Autore

avatar

Partner