I problemi di comportamento più comuni del cane…

0

 I problemi di comportamento più comuni del cane... 

I problemi di comportamento più comuni del cane… siamo in grado di riconoscerli?

Prima di affrontare i più comuni problemi di comportamento del cane, trovo sia utile classificare il comportamento canino nella seguente maniera:

  1. Comportamenti normali.
  2. Comportamenti anormali.
  3. Comportamenti indesiderati.
  4. Comportamenti patologici.

Come già è stato detto in precedenza, il comportamento del cane è semplicemente un modo di agire. Svariate scienze cercano di dare spiegazione al comportamento canino:

  1. Letologia: la scienza che studio il comportamento animale allo stato “naturale”, basa tutto sulla teoria degli istinti e modelli di comportamento.
  2. La biologia: enfatizza i fattori biologici (funzioni dell’organismo vivente e suo scopo).
  3. Lecologia: definisce un comportamento come l’adattamento all’ambiente per la sopravvivenza della specie.
  4. La fisiologia: da risalto ai processi fisiologici e chimici che avvengono all’interno dell’organismo.

Da quanto sopra si deduce che per comprendere il comportamento animale bisognerebbe avere delle “buone basi generali” di tali scienze, oltre che un notevole spirito di osservazione ed esperienza maturata “sul campo”. Bisogna essere in grado di “vedere” cosa il cane fa, ma anche e soprattutto cosa il cane non fa e capire il perché. Ad esempio se un cane viene lasciato libero in un bosco e non si mette ad “analizzare” l’ambiente con il fiuto, la vista e l’udito, non sta esibendo un comportamento corretto. Un comportamento si definisce quindi normale quando esso non differisce di molto dal comportamento medio di una certa specie, razza e popolazione, in un certo periodo di tempo e in una determinata zona geografica. Di conseguenza, quando esso differisce “quantitativamente” di molto dal comportamento medio di una certa specie, razza, popolazione, in una certa zona geografica e periodo di tempo determinato, si definisce anormale. Un comportamento è semplicemente indesiderato quando non soddisfa le esigenze del padrone, ma di solito è del tutto normale (come ad esempio il cane che rincorre il gatto o il cane che al guinzaglio nel bosco tira perché vorrebbe rimanere libero). Un comportamento patologico (di solito fobie, ma anche comportamenti aggressivi senza apparente minaccia) invece è l’insieme dei comportamenti esibiti dal cane che differiscono (in un certo periodo di tempo) sia quantitativamente che qualitativamente dal comportamento medio degli individui di una certa specie, razza o popolazione. A seguito di queste specifiche, analizzeremo i molteplici comportamenti del cane, normali e non e soprattutto quelli indesiderati. Suggerirò nelle prossime news, dei “modi” per correggere i comportamenti scorretti… a presto!

Condividi.

Autore

avatar

Partner