Il temperamento nella vita…

0


 

Il temperamento nella vita del cane

Avete mai sentito parlare del temperamento del cane? Questo termine viene spesso erroneamente usato come sinonimo di carattere: il temperamento del cane è invece solo una delle qualità naturali che va a comporre il mosaico caratteriale di ogni singolo soggetto. Tale dote, ereditata dai genitori, sta ad indicare la reattività dell’animale agli stimoli sempre positivi (ad esempio il suo gioco preferito), che determinano una risposta del cane in dinamicità e movimento. Come le altre peculiarità del carattere, il valore varia da soggetto a soggetto: un cane può essere molto vivace, un altro meno o un altro ancora addirittura apatico o pigro. Maggiore è la velocità della risposta del cane allo stimolo proposto, più attivo e vitale sarà il cane. Il temperamento è in sostanza il motore del nostro amico a quattro zampe; è la dote che fa attivare l’animale, lo fa interagire con noi o con un suo simile, con energia fisica, mentale e potenza; queste gli permettono di essere scattante, agile, di muoversi con continuità per parecchi minuti, riuscendo a sostenere prove prolungate, sempre con esuberanza e vitalità. Anche la postura del corpo dell’animale ci indica la “cilindrata” del suo motore: muscoli tesi e pronti allo scatto, orecchie e sguardo in postura d’attenzione, leggerezza dei movimenti, sono tutti atteggiamenti indicativi di temperamento. Successivamente vi indicherò come si valuta questa straordinaria dote del carattere. Avete mai notato che ci sono cani ben più vivaci degli altri, sempre molto attivi a differenza di altri svogliati o quasi apatici? La differenza la fa la dote del temperamento. Per attribuire un valore alla dote del temperamento bisogna tener conto: dell’età del cane, della taglia e delle sue condizioni di salute fisica. I valori da attribuire a questa dote sono: vivace, pronto, normale, apatico, spento. Cani di una certa età ma ancora pronti e attivi hanno sicuramente un temperamento notevole, cosi come un cane molto giovane potrebbe sembrare tanto vivace ed ingannarci. Cani di grossa mole invece, come ad esempio i Terranova che, nonostante il loro peso, risultano muoversi con una certa agilità e prontezza, dimostrano temperamento. Fa la sua parte come si diceva anche l’integrità fisica: un soggetto che, ad esempio, a seguito di un vomito o diarrea, si attiva nonostante il malessere, dimostra vivacità e dinamismo. Per comprendere il valore del temperamento del proprio cane bisogna anche tener presente la quantità d’informazioni che devo fornire per farlo attivare (stimoli): un cane che gioca non solo con i giochi preferiti, ma anche con un legnetto o una pigna durante una passeggiata in bosco, mantenendo una certa attenzione verso il proprietario, è un soggetto molto attivo; al contrario cani portati in un contesto assolutamente nuovo che dimostrano insicurezza e poca voglia di svagarsi, correre, saltare, danno prova di scarsa vivacità. In tal caso sfrutteremo le altre armi a nostra disposizione: carezze e bocconcini graditi.

Condividi.

Autore

avatar

Partner