Le caratteristiche psicologiche…

0

La Psicologia Canina

Le caratteristiche psicologiche del cane

E’ in costante aumento il numero di cani presenti sul territorio: I motivi sono molteplici… la moda del momento, la voglia di un animale da compagnia e da accudire, anche un certo business… tutto ciò, unito alla scarsa cultura cinofila e la mediocre conoscenza dell’animale, fa sì che episodi spiacevoli di aggressioni siano all’ordine del giorno. Insufficiente, quando dettata unicamente da criteri di bellezza morfologica, la selezione operata sin d’ora: laddove vengono considerati tra gli standard di razza i soli parametri estetici (struttura fisica, colore del manto, il rispetto di certe “misure”…), viene sottovalutata la “bellezza psicologica”, la stabilità psichica, l’equilibrio caratteriale e le attitudini al lavoro, specifiche di ciascuna razza.
Ci viene in soccorso la psicologia canina attraverso l’analisi del carattere e delle caratteristiche psicologiche del cane. I primi ad occuparsi approfonditamente di tali argomentazioni sono stati il dr. William Cambell, veterinario americano (autore del volume “Come interpretare e correggere i problemi di comportamento del cane” – titolo originale “Behavior problem in dogs” – 1975) e il dr. Ferdinand Brunner, veterinario austriaco (autore del volume “Come capire il cane e farsi capire da lui” – titolo originale “Der unverstandene Hund” – 1974). In Italia questa scienza fu introdotta negli anni ’90 dall’addestratore Vittorino Meneghetti (autore del volume “Manuale della moderna psicologia canina applicata”).
Ritengo sia indispensabile la diffusione di questa materia, affinché diventi accessibile a tutti i proprietari di un cane: è una scienza affascinante che ci aiuterà sicuramente a migliorare il nostro rapporto con il nuovo amico peloso.

 
Cos’è la psicologia canina? E’ una scienza che ci permette di dare una risposta agli atteggiamenti indesiderati del cane e che ci consente una gestione corretta del nostro amico a quattro zampe.
Il nostro cane ha un suo specifico carattere, unico e individuale, fatto di piccoli “mattoni” quali: la docilità, la socialità, il temperamento, l’aggressività, che sono le doti del carattere; lui apprende attraverso determinati meccanismi d’apprendimento e con le memorie a sua disposizione.
La sua esistenza è divisa in fasi di vita, tutte importanti e fondamentali per la sua crescita serena. Anche il modo di comunicare con lui è molto importante, esso avviene attraverso dei canali sensoriali sfruttando i cinque sensi del cane. Ancora, è importante sapere che ogni soggetto svolge un determinato compito, proprio perché appartenente ad una specifica razza. Ogni soggetto protegge (più e meno) qualsiasi cosa lui consideri di proprietà perché presente nel suo “territorio” (il cane è un predatore e dotato quindi di un istinto utile alla “caccia”). Questi ultimi sono concetti molto utili all’addestramento, ma di natura etologica, scienza che, a differenza della psicologia canina, studia il comportamento dell’animale allo stato selvatico.
Conoscere l’insieme di queste nozioni è importante per far crescere in maniera corretta il cane.
Esiste la concreta possibilità di informarsi prima della scelta del nuovo cucciolo, che diverrà il nostro fedele amico e compagno d’ avventure; un esperto addestratore potrà consigliarvi e guidarvi nell’individuare il soggetto adatto, accompagnandovi nella valutazione del profilo caratteriale ed individuale.

Condividi.

Autore

avatar

Partner