Usare il trasportino è utile per la disciplina…

0

Usare il trasportino è utile per la disciplina...
 

Usare il trasportino è utile per la disciplina o anche per la sicurezza del cane?

Questo è uno strumento che a mio avviso non dovrebbe mancare in casa di un proprietario di cani, soprattutto in caso di soggetti a quattro zampe particolarmente “vivaci”. Questo “attrezzo” cinofilo è uno dei più utili mezzi per educare il proprio cane alla disciplina, ma rappresenta anche una “sicurezza” in più per il trasporto dell’animale stesso con il proprio autoveicolo. Spesso il fatto che il cane venga introdotto in una “gabbia” per un certo periodo non è vista di buon occhio da parte dei più, perché si intende questo come un qualcosa di negativo per il cane. Ci tengo però a ricordare che, diversamente al pensiero di molti, il cane ama avere un luogo sicuro,  protetto e accogliente, dove nulla può accadere e dove lui può ritrovare la tranquillità e riparo. La sua “tana” è anche utile per recuperare le energie e riposare serenamente. Sarà nostro compito rendere la nuova “cuccia” più accogliente, con una copertina e uno snack. Il trasportino per cani può avere quindi molteplici funzioni: può essere un luogo di riposo, fornisce maggior sicurezza durante il viaggio, può divenire un luogo di punizione per l’errore commesso ed è uno strumento educativo in caso di cani con problemi a rimanere da soli in casa. La grandezza di questo strumento deve essere adatta alla dimensione del cane e al tempo di permanenza al suo interno: ad esempio, per dei brevi viaggi in macchina può essere su misura (il cane non ha necessità di alzarsi al suo interno, ma le zampe anteriori devono essere distese); per la permanenza in casa invece, quando il cane deve ancora essere educato a non fare danni, ululare o abbaiare se solo, il kennel dovrà essere spazioso (permettendo al peloso di poter stare in piedi). La “gabbia” per cani può essere rigida o flessibile (io consiglio la rigida), in plastica oppure in metallo (preferisco quella in plastica); possono avere svariate forme, con aperture laterali oppure frontali. Consiglio ovviamente di valutare lo spazio a disposizione in casa e soprattutto in macchina. Successivamente all’acquisto bisognerà insegnare al cane ad entrare nella sua nuova “cuccia”; in questo caso la motivazione del 4zampe a ricevere il bocconcino ci aiuterà molto: inizialmente faremo entrare il cucciolo nel trasportino invitandolo a mangiare un succulento bocconcino e non lo chiuderemo all’interno. Gli sarà permesso di uscire quando lo vorrà, per poi successivamente farlo rientrare, sempre con l’ausilio del premio. Dopo qualche “sessione” di lavoro, chiuderemo il kennel per qualche secondo, per poi passare gradualmente a tempi più lunghi. E’ fondamentale non lasciare uscire il cucciolo se abbaia, è agitato, gratta o spinge con il muso; andrà liberato solo quando sarà calmo e sereno e come rinforzo positivo utilizzeremo le le lodi (gratificazione). Un altro problema che si pone successivamente è quello di far “saltare il cane in macchina e dentro al trasportino: consiglio (come spiegato nella precedente news) in questo caso di insegnare dapprima il salto dell’ostacolo (di 60-80 cm) impartendo un comando dal significato “salta su” ma anche “salta giù” (di solito un bel OPPP oppure SALTA) e successivamente metterlo “in pratica” davanti al bagagliaio dell’automobile. Anche in questo caso durante le prime sessioni di educazione al cane gli sarà concesso di uscire e saltare giù a suo piacimento. In passato mi è capitato di trasportare in macchina dei cani di piccola taglia, senza riporli nel trasportino (vista la simpatia dei soggetti e la piccola dimensione), poi costretto dal traffico mi  è successo di dover frenare bruscamente (se il cane è uno solo, si possono usare anche le cinture di sicurezza specifiche da agganciare ad una pettorina), con il risultato (poca sicurezza per il soggetto) di vedere il piccolo sbattere contro le parti rigide del veicolo. Il trasportino, ben fissato, rappresenta una sicurezza in più durante il viaggio, anche in caso di incidente… usatelo!

Condividi.

Autore

avatar

Partner