Qual’è la stretta relazione tra la Pasqua e gli animali?

0

Qual'è la stretta relazione tra la Pasqua e gli animali?
 

Qual’è la stretta relazione tra la Pasqua e gli animali?

A giorni sarà Pasqua e nella maggior parte delle case italiane, nei vari angoli della cucina e del salotto, già spuntano diversi “simboli” commestibili o meno del suo arrivo, come: uova ornamentali o di cioccolato, coniglietti vari (peluches, cioccolato, biscotti, etc.), colombe (vedi i coniglietti…), rametti di palma, etc..  Proprio così, simboli… perché è così che si affronta questa giornata domenicale d’eccezione. Come in ogni “festa nazionale” vivono di vita propria le rappresentazioni di qualcosa o di qualcuno… la religione e le tradizioni in primis. Ovviamente come ci impone la forma mentis italiana, i dibattiti si sprecano regolarmente sul fatto se sia giusto o meno cibarsi degli animali della stessa tradizione! Noi in realtà, a nostro modo un’idea ce la siamo fatta… ma passiamo oltre e vediamo perché gli animali devono partecipare attivamente (in padella) alle nostre commemorazioni: allora… “qualcuno” ci racconta che dai tempi di Gesù, le uova (la vita che rinasce), la colomba (la pace), la lepre/coniglio (la nuova vita e quindi la resurrezione), l’agnello (innocenza e purezza), hanno sempre fatto parte di qualche significato intrinseco, che ci riporta alla nostra religione, d’altronde come dargli torto… e che cavolo, è pur sempre la risurrezione del nostro Cristo che celebriamo! E fin qui tutto bene… il problema è che onestamente se stiamo parlando di simbologia non comprendiamo perché (come si fa per la colomba, l’uovo e il coniglio) non si possano utilizzare dei surrogati. L’agnello è a tutti gli effetti il cucciolo della pecora, pertanto sarebbe interessante capire se prendessimo un cucciolo di cane o di gatto o perché no… di un umano e lo grigliassimo o lo facessimo in fricassea 🙂 cosa si direbbe a riguardo!

Qual'è la stretta relazione tra la Pasqua e gli animali?

 
Già sento il mormorio… ecco ecco… il solito che trovi in tutti i posti… << come diavolo fai a fare un paragone del genere! Sono due cose diverse!>>. Ok, proviamo con le basi, facciamo un altro esempio meno complesso 😉 … dunque… ritornando al discorso della cultura del luogo che abbiamo introdotto prima: dovete sapere che in alcune zone della Cina è pratica diffusa nutrirsi della carne di cane (in realtà già gli antichi Maya ne facevano uso) o che nelle tremende Guerre Mondiali in assenza di cibo, tre paesi così detti civilizzati (Italia, Francia e Germania), presi dai morsi dalla fame, dovettero piegarsi alle necessità della sopravvivenza, approvigionandosi con qualsiasi cosa fosse di forma proteica (colombi inclusi)… con questa allegoria cosa voglio dire: nel primo caso parliamo di cultura popolare (da parer mio deprecabile, anche se dal loro punto di vista il cane è una proteina qualunque) e nel secondo di mero bisogno. Ergo, per quanto ci riguarda nutrirsi a Pasqua con l’agnello non è un bisogno e per quanto concerne la cultura popolare di cui sopra si può tranquillamente ricorrere alla simbologia attraverso l’utilizzo di surrogati.

Qual'è la stretta relazione tra la Pasqua e gli animali?

Nella foto: Ecco chi state allegramente mangiando a tavola il giorno di Pasqua… 

In questa maniera tutti contenti: religione, cultura popolare, animalisti e soprattutto i poveri agnelli macellati! Ok… si qualcuno di scontento c’è, si parlo proprio di te, Mario della Macelleria “Sventrapapere” di Via le mani dal Manzo 4… ma che ci vuoi fare, il vegano incombe e te puoi sempre rifarti con il povero manzo… che anche lui avrebbe qualcosa da ridire a riguardo 🙁 .

Consulpets augura a tutti una Buona Pasqua e una spensierata Pasquetta, a fianco dei vostri adorati compagni 4zampe e vi porge un caloroso abbraccio! Approfittiamo ovviamente per rinnovare i nostri ringraziamenti anche ai nostri mitici sponsor che continuano a  sostenerci: Pellini Caffè e Passione Animale! Bon OVO a tutti! 😉

 Il Team di Consulpets:

Cesare Gilardi – Esperto della nutrizione del cane e del gatto; Esperto della preparazione atletica del cane.
Dott. Emanuele Peccioli – Veterinario specializzato in patologie oculari e chirurgia.
Dott. Andrea Brancalion – Veterinario Omeopata.
Dott.ssa Spartia Piccinno – Presidente e Fondatrice dell’Associazione Pet Therapy Italia.
Patrizia Fossati – Presidente Centro Pet Therapy Bimba.
Dott. Marco Oleggini – Specializzato in anestesia e terapia del dolore.
Marco Anselmino – Educatore cinofilo Enci, specializzato in recuperi comportamentali. 
Massimo Visintin – Educatore cinofilo Enci, specializzato in lavoro di utilità e difesa. 
Manuela Ferrarin – Fondatrice di: “Una Cuccia per la Vita” – Associazione che salva i cani dalle perreras e ai quali trova famiglia in Italia.
Antonella Bollini – Volontaria A.N.P.A. Sez. di Ginosa – Associazione che salva i cani dalle strade e li reinserisce in contesti sociali adeguati.
Cristiano Drosg – Presidente e istruttore U.CIO. Onlus (Protezione Civile) – Istruttore cinofilo per la F.I.N. Salvamento.
Roberto Santandrea – Presidente U.C.S.A.L. – Istruttore cinofilo CSEN.
Giulio Zanella – Presidente e Giudice dell’A.I.A. (Associazione Italiana Agility) sezione di Varese.
Carlo Apollo – Orme di Askan sez. Puglia (collabora direttamente con la Protezione Civile) – specializzato in cerca e soccorso di dispersi tra le macerie. (impegnato “purtroppo” nel gruppo di ricerca nel disastro di Amatrice).
Mauro Bragagnini – Presidente dell’Associazione Meravigliosa vita da Cani.
Domenico Pignatelli – Allevatore cinofilo.
Fabio Minutolo – Segretario A.N.E.M.P.A.

Condividi.

Autore

avatar

Partner