Come influisce il condizionamento fisico sul nostro cane?

0

Come influisce il condizionamento fisico sul nostro cane?
 

Come influisce il condizionamento fisico sul nostro cane? Cosa prevede il protocollo?

Il “condizionamento fisico”: è rivolto a tutti i cani che non svolgono un’attività sportiva, ma beneficerebbero di un programma di movimento mirato, che condizioni il loro assetto corporeo, quindi migliorando la loro qualità della vita. Sempre di più, il nostro stile di vita moderno, ha snaturato anche quello dei nostri 4 zampe; li ritroviamo spesso grassi se non (troppo spesso) obesi, con strutture atrofiche, problemi legati ad una vita sedentaria e non per ultimo problematiche di origine nervosa, quali stress e depressione. Va da sé che un’eccessiva alimentazione, spesso non adeguata al singolo individuo e di scarso valore biologico, un movimento casuale e comunque non mirato, rendono i nostri amici lo specchio dei nostri malesseri.

L’intervento: quindi è basato su una precisa anamnesi dello stato di salute generale del cane effettuato dal veterinario, una valutazione dello stato fisico (muscolare, assetto corporeo, articolazioni, postura, movimento etc.) effettuato dal preparatore ed infine una dieta mirata, stilata dall’esperto in nutrizione canina. Tutto ciò permette di prevenire o addirittura arginare patologie di varia natura come deficit funzionali a carico di arti, colonna vertebrale, nonché problemi del sistema nervoso, cardiovascolare e digestivo.

Il protocollo prevede:

  • Alimentazione mirata al ripristino delle funzioni vitali specifica per ogni singolo soggetto e atta a modificare e migliorare stati di sovrappeso, obesità, stress e ansia depressiva.
  • Movimento fisico per recuperare la funzionalità ed il riequilibrio di tutti i sistemi specifici (muscolare, tendineo/legamentoso, articolare, cardiovascolare, endocrino etc.), che nulla ha a che vedere con la classica passeggiata, gioco o movimento libero che il cane effettua se abita in una casa con giardino o in uno spazio aperto come il parco in città.
  • Ripristino e recupero muscolare di arti mal funzionanti in seguito a processi degenerativi, trauma, intervento chirurgico e altro.
  • Integrazione alimentare per carenze di sostanze primarie o di sostegno nella cura o prevenzione di deficit fisici, psicofisici e funzionali.

In conclusione questo ramo della preparazione atletica, fa parte di quella pratica che permette di migliorare la qualità della vita del cane e del proprietario, perfezionandone anche l’interazione.

Condividi.

Autore

avatar

Partner