Il primo passo verso preparazione atletica…

0

Il primo passo verso preparazione atletica...
 

Il primo passo verso preparazione atletica e la sua conoscenza

Finalità della disciplina:
Negli ultimi 10 anni la cura e l’alimentazione verso i nostri amici a quattro zampe si è evoluta ed è sempre crescente la necessità di acquisire strumenti per migliorare la qualità della vita dei nostri cani. Le innovative tecniche alimentari e l’aumentata cultura cinofila hanno fatto in modo, che sempre più cani giungano ad una età avanzata andando incontro a patologie fisiche spesso a carico dell’apparato muscolo scheletrico; di pari passo l’evoluzione delle attività ricreative e sportive da effettuare con il proprio compagno (utilità e difesa, agility, freestyle, slydog, coursing ecc… ) hanno avuto un crescente interesse e adesione. In questo contesto, per poter contenere queste patologie, aumentare le prestazioni fisiche, migliorare e allungarne la vita del cane, si necessita di uno specifico tipo di allenamento e di un tecnico preparato che sappia svolgere quest’attività.

La figura dell’esperto:
Il preparatore atletico è un professionista a tutto tondo in grado di allenare cani indirizzati a varie discipline ed esigenze quali:
Il condizionamento fisico: è indicato per tutti quei cani per i quali i proprietari vogliono una forma corretta, senza cimentarsi in attività lavorative e sportive impegnative. Questa attività utilizza un metodo personalizzato, attraverso un allenamento olistico e con esercizi posturali, statici e di movimento blando, uniti ad una corretta alimentazione ed integrazione;
La preparazione atletica: è la disciplina che si occupa di tutti quei cani che praticano o faranno attività di lavoro e sportive, competitive e non. In questo caso l’allenamento sarà di tipo performante e, a seconda dell’attività, sarà di potenza, resistenza o misto;
Bellezza: per tutti quei cani che faranno attività espositiva, l’allenamento sarà di tipo estetico e punterà al miglioramento ipertrofico, al perfetto assetto posturale, all’eleganza e fluidità di movimento;
La ricostruzione e il riequilibrio muscolare: saranno adatti a tutti quei cani che a causa di interventi chirurgici, traumi o allenamenti non corretti, hanno dei deficit muscolari localizzati. L’allenamento sarà rivolto e incentrato su tutte quelle muscolature atrofiche con esercizi motori mirati, una alimentazione e integrazione adeguata.

Il piano di lavoro:
Il programma di lavoro è costruito “su misura” per il cane grazie alle sue necessità e al tipo d’attività che dovrà svolgere.
Nel primo incontro si stabilisce il grado d’integrità fisica del soggetto attraverso una serie di esami clinici, che il proprietario dovrà fare prima dell’inizio dell’allenamento (ecodoppler, esami del sangue, radiografie che attestino il grado di funzionalità articolare ecc.).
Infine un’osservazione e valutazione delle doti genetiche morfologiche e caratteriali da parte del preparatore, per consigliare al meglio il proprietario su cosa fare e sui risultati che si possono ottenere.

Conclusione:
Il preparatore atletico non si sostituisce al veterinario, al fisioterapista, al comportamentalista e tanto meno all’educatore cinofilo, ma si identifica in un esperto che ponendosi al loro fianco, sarà in grado di allenare cani sani o con situazioni post-traumatiche in piena sicurezza. Gli strumenti che fanno parte del suo bagaglio professionale sono: la fisiologia dello sforzo, dell’allenamento, la meccanica animale, la biochimica e la psicofisica, oltre ad avere ottime conoscenze su tutti gli apparati (scheletrico/articolare, muscolare, nervoso ed endocrino), sul movimento, sull’alimentazione e l’integrazione alimentare.

Per tutti coloro che desiderassero iniziare un nuovo percorso con il proprio pet clicca qui

Condividi.

Autore

avatar

Partner