Come scegliere l’allevatore

0


 

Come scegliere l’allevatore

Avete scelto la razza del vostro futuro compagno di vita? Bene, ora dovete scegliere l’allevatore che vi accompagnerà in questa avventura. Tanto la scelta della razza quanto quella dell’allevatore sono fondamentali per una felice convivenza con il vostro nuovo amico a quattro zampe. Di seguito troverete delle semplici domande, da porvi e da porre agli allevatori che contatterete, che vi aiuteranno nella scelta.
 
Da quanto tempo questo allevatore lavora con la razza?
Quanti cani possiede?
Quante cucciolate sono nate nel suo allevamento?
 
Prendetevi tutto il tempo che vi occorre per documentarvi sulla razza, visitate gli allevamenti e toccate con mano. Seppur vero che il numero di anni che una persona ha dedicato ad una razza non faccia di questa un esperto, è ovvio che occorre cautela nei confronti degli “esperti dell’ultimo minuto”, per cui è fondamentale documentarsi sulla storia dell’allevamento.
 
Chiedete sempre i controlli medici dei cani destinati alla riproduzione.
Ad esempio, l’allevatore che stiamo valutando esegue i controlli sulla displasia dell’anca e del gomito dei futuri genitori (nelle razze con predisposizione a tali patologie)?
Questi esami sono riconosciuti da enti ufficiali? L’allevatore in questione sarà disposto a mostrarvi tali documenti? Sono regolarmente eseguiti i test sul corretto funzionamento della tiroide (o su altre patologie frequenti secondo la razza)?
 
Ogni allevatore serio, coscienzioso e affidabile potrà fornirvi adeguate risposte ad ogni vostra domanda a riguardo, nonché mostrarvi le certificazioni di ogni soggetto del suo allevamento.
 
E’ buona norma informarsi con l’allevatore circa i problemi di salute dei suoi cani.
Mi raccomando valutate se vi sembra onesto e diretto circa le debolezze delle sue linee di sangue.
 
Non esiste il cane perfetto: ogni linea di sangue può presentare debolezze e punti di forza. Ogni allevatore conosce approfonditamente ognuna di tali caratteristiche e – coerentemente – non vi potrà assicurare che le sue linee di sangue siano esenti da ogni tara genetica tanto da esentarlo da controlli per escludere potenziali problemi come la displasia dell’anca o l’ipotiroidismo. Anche gli allevatori più coscienziosi possono commettere involontari errori, ma con onestà e trasparenza si possono instaurare ottimi rapporti tra chi alleva un cane e chi lo acquisterà.
 
 
L’allevatore in questione registra i suoi cani presso enti ufficiali quali l’FCI (Federazione Cinofila Internazionale) ed ENCI (Ente Nazionale Cinofila Italiana)?
L’allevatore ha una conoscenza adeguata dei pedigree e antenati dei suoi cani?
Può mostrarvi foto dei genitori, nonni e bisnonni?
 
Importante: un cane che nasce con il pedigree non può essere venduto senza; tuttavia alcuni allevatori possono informarsi con voi sulle vostre intenzioni riguardo la vita del cane che state per acquistare (se intendete in futuro farlo accoppiare, o partecipare ad expo di bellezza o gare di lavoro, o se invece il vostro cane farà vita domestica) ed in base alle vostre esigenze potrà proporvi un cucciolo piuttosto che un altro: in questo caso il cucciolo può esservi venduto a prezzi diversificati.
Non è quindi l’allevatore che vi fa scegliere, ma sarete voi a dargli le giuste indicazioni per farvi guidare nella scelta.
 
Vi ha dedicato sufficiente tempo per parlare delle varie caratteristiche della razza? Avete avuto l’impressione che sia stata un’illustrazione bilanciata, pratica e onesta sulla razza in generale?
Nel caso del Tibetan Mastiff …è una razza meravigliosa ma alla quale piace molto mettersi in competizione sfidando chi ha davanti: a questo proposito l’allevatore vi illustrerà non soltanto gli aspetti positivi della razza ma anche le caratteristiche più impegnative e difficili che potreste dover affrontare.
Per questo va ricordato che un allevatore serio non vi spingerà mai ad acquistare un suo cane.
 
Avete avuto l’impressione che l’allevatore abbia fatto un buon lavoro nell’informarsi sulla vostra famiglia: situazione, casa, stile di vita, vostre aspettative e quant’altro necessario a valutare il benessere del cane che vivrà con voi?
Vi ha dimostrato che le informazioni raccolte siano state per lui soddisfacenti tanto da essere felice di concedere un suo cucciolo presso la vostra famiglia?
 
Ovviamente comprare un cane implica una transazione finanziaria, ma i cuccioli non sono prodotti che si ammucchiano al supermercato a completa disposizione di chiunque abbia il denaro per comprarli.

L’allevatore è disponibile a farvi incontrare i genitori dei cuccioli?
Nel caso non abbiate la possibilità di visitare l’allevamento, l’allevatore provvederà ad inviare sufficienti nozioni e foto prima ancora dell’incontro?
Sconsigliamo caldamente di accettare che la consegna del cucciolo avvenga in luogo diverso dall’allevamento, ed in particolare occorre essere molto cauti con coloro che vendono i propri cuccioli tramite negozi o intermediari.
 
 
L’allevatore fa correttamente socializzare i suoi cani e i suoi cuccioli?
A seconda delle possibilità e del numero, i cani dell’allevatore fanno vita di casa oppure vivono in idonei box e canili. In entrambi i casi, ma soprattutto nel secondo, i cani devono poter essere socializzati, al fine di condurre una vita dignitosa e felice una volta arrivati nella loro nuova casa.
 
L’allevatore in questione volge parte dei discorsi a denigrare il lavoro di altri allevatori e dei loro cani?
Il contatto iniziale che avete con l’allevatore sarà totalmente incentrato sul suo operato e sul vostro interesse nei suoi cani ed eventuali cuccioli. Ogni allevatore serio ed entusiasta conosce gli sforzi enormi che servono per crescere al meglio dei cuccioli e seguire coscienziosamente gli adulti, impiegando inoltre molta energia nell’educare coloro che si avvicinano alla razza.
Ricordatevi, un allevatore non ha bisogno di convincervi che i suoi cani sono i migliori perché per lui lo sono già e questo gli basta..!
 

Condividi.

Autore

avatar

Partner