Di cosa ha bisogno il Chihuahua…

0

Di cosa ha bisogno il Chihuahua...
 

Di cosa ha bisogno il Chihuahua appenalo lo portate a casa?

Prima che il cucciolo arrivi nella vostra casa, occorre sapere come accoglierlo, quale accessori avere a disposizione e conoscere alcune piccole accortezze per il suo corretto inserimento nel nuovo contesto abitativo… e precisamente:

  • Ciotole per lacqua: del tipo ”anti-ribalta” per cuccioli, meglio se in materiale facilmente igienizzabile come ad es. l’acciaio.
  • Lettino o cuccetta: Il Chihuahua ama una morbida cuccetta imbottita, dentro metteteci sempre una piccola copertina con l’odore della mamma o dei suoi fratelli; anche in questo caso preferite cucce e lettini realizzati con materiali solidi e facilmente igienizzabili, oppure morbidi e sfoderabili per lavaggi igienizzanti (mai in vimini o similari visto che alcuni pezzetti – sgranocchiati o rotti – possano esere oggetto di soffocamento accidentale).
  • Qualche giocattolo: molto graditi, una piccola palla, un vecchio calzino annodato, qualche ossetto (del tipo di pelle di bufalo essiccata – meglio non utilizzare ossa trattate e sbiancate), un pupazzetto di gomma o un peluche. Fate attenzione: fate utilizzare al piccolo quelli destinati ai cuccioli, come ad esempio giochini privi di parti mobili o che si possono staccare, potenzialmente pericolosi poiché possono creare asfissia da ingestione accidentale; se utilizzate peluche non acquistati nei pet-shop, ispezionateli e rimuovete tutte le parti in plastica pericolose come naso e occhi, etc. (evitate peluche realizzati in Asia, all’interno potrebbero contenere imbottiture realizzate con materiali non sicuri).
  • Occorrente per la toelettatura quotidiana: come taglia unghie (per i Chihuahua sono indicati quelli da gatti), salviettine umide per l’igiene del cucciolo (da utilizzare almeno sino a quando sarà possibile fargli il primo bagnetto – dopo il quarto mese), una spazzolina morbida, un antiparassitario delicato per cuccioli (chiedete sempre quello usato in allevamento, è sicuramente il più testato ed indicato per il vostro pelosetto).
  • Un piccolo trasportino: con il quale andare a prendere il cucciolo dall’allevatore, meglio se vi dotate di quelli morbidi in cotone (tipo borsetta).
  • Guinzaglio, collare, pettorina: possono anche essere acquistati dopo l’arrivo. Comunque preferite sempre l’utilizzo di una pettorina (consiglio quella H – sono sconsigliate quelle che fanno pressione sotto le articolazioni anteriori, per capirsi sotto le ascelle del cane) per le future passeggiate, poichè il collare potrebbe ”strangolare” il cucciolo quando dovesse tendersi il guinzaglio…. Usare il collare solo per abituarlo ad indossarlo, quando siete in casa e non per le passeggiate.
  • Tappetini igienici assorbenti monouso: vengono utilizzati dal cucciolo (opportunamente addestrato nel farlo dall’allevamento) per espletare i bisogni fisiologici in un unico posto, evitando così il fastidioso fenomeno del disorientamento e relativa dispersione di feci e urine per la casa. Ovviamente il cucciolo utilizzerà il suo tappetino su cui sporcare solamente se viene precedentemente educato dal suo allevatore già in tenera età, quando il piccolo è ancora con la sua mamma e inizia a sporcare fuori dalla sua cuccetta. La metodica di imprinting utilizzata nel nostro allevamento è assolutamente non cruenta, naturale e assolutamente priva di rischi o pericoli per tutta la cucciolata. Il risultato è garantito: il cucciolo continuerà a sporcare sul suo tappetino anche quando si troverà nella nuova casa! Ovviamente per avere successo, il lavoro educativo dell’allevatore deve essere continuato dal nuovo proprietario (magari inizialmente con l’ausilio di un competente educatore cinofilo), altrimenti le buone abitudini possono lasciare il posto a quelle… meno buone!

Il corretto inserimento nella sua nuova casa
Quando il cucciolo arriva nella nuova casa farà tutto ciò che i cuccioli di qualsiasi razza normalmente fanno: dorme, abbaia, ringhia, esplora, impara cose nuove e fa i suoi bisogni…. Sappiate che, proprio per questo fatto, nei primi giorni dovrete dedicargli tanto tempo e attenzioni; vi consiglio di prendervi qualche giorno di vacanza da dedicare esclusivamente al piccolo, al fine di colmare la mancanza della sua mamma e dei suoi fratellini, attraverso tante coccole e attenzioni. Il tenerino ha perso in un solo giorno tutti i suoi punti di riferimento sia affettivi (appunto la mamma, i fratelli, l’allevatore) sia quelli abitativi (non riconosce più il suo spazio, dove era cresciuto e abituato a mangiare, dormire, fare i bisognini etc.); tutto questo vi impegnerà gran parte della giornata (almeno per i primi giorni) e vi richiederà tanta pazienza, ricordatevi che è solo un cucciolo, non aspettatevi che sappia o capisca tutto e subito! Comunque, gradualmente (dopo alcuni giorni di adattamento al nuovo ambiente) si devono imporre dei limiti, come ad esempio, se non volete che dorma nel vostro letto, non mettetecelo mai, neanche quando è un cucciolo. E’ ovvio che dovete dargli tanto affetto e tante coccole, ma non offritegli subito dei vizi che saranno poi difficili da togliere! Diversamente se invece desiderate che faccia la nanna con voi dovrà essere così per sempre… una sola cosa vi chiede il vostro cane, la coerenza! Guai a cambiargli in continuazione le regole!

Di cosa ha bisogno il Chihuahua...
 
I primi giorni il cucciolo potrebbe avere nostalgia della mamma e dei fratellini e potrebbe avere “paura” della nuova casa e delle nuove persone. Soprattutto di notte potrebbe piangere, perciò mettete la sua cuccetta vicino al vostro letto, così che possiate accarezzarlo se dovesse piangere. Un trucco per farlo addormentare senza troppe lagne è questo: ponete nella sua cuccetta una borsa di acqua calda, avvolgetela nella sua copertina con i suoi odori… vedrete… smetterà di piagnucolare per effetto del calore che al piccolino ricorda tanto quello dei suoi fratellini e della mamma. Soprattutto all’inizio non tenete il cucciolo tanto in braccio, ma lasciategli con calma perlustrare la casa. Prestate attenzione che non cada dalle vostre braccia! Una simile volo potrebbe anche costargli la vita!!!

Fate molta attenzione  soprattutto ai bambini: sono il primo pericolo per un cucciolo di Chihuahua, sia a livello fisico (cadute dalle braccia, pestamenti, slogature articolari etc.) che dal punto di vista psicologico! Il cucciolo rimane letteralmente terrorizzato dalle urla stridule e dall’agitazione di certi bambini (poco educati dai rispettivi genitori). Questo è uno dei motivi principali per cui, almeno noi, sconsigliamo un cucciolo di questa razza alle famiglie in queste situazioni… anzi per la verità noi non lo consigliamo affatto! Semmai desideraste far interagire il bambino con il piccolo 4zampe, fatelo sedere a terra lasciando al cucciolo il libero arbitrio di avvicinarsi (con i suoi tempi)… NON vai mai preso forzatamente in braccio! Così facendo, faranno subito amicizia, senza esporre il cucciolo a pericoli vari. Inizialmente consiglio di non lasciare a tutti la possibilità di salutare il nuovo arrivato. Dategli il tempo di adattarsi al nuovo spazio… quindi sono vietati quegli assembramenti con le facce tutte addosso al piccolo o l’allungamento costante ed insistente di più mani… soprattutto sulla testa! Prendere in braccio un cagnolino di queste dimensioni va fatto con le dovute attenzioni e con metodo (perciò in braccio solo a chi lo sa tenere). Come prendere un cucciolo in braccio: una mano va messa sotto la pancia del piccolo e l’altra mano sopra la schiena, a mò di imbragatura, lasciando le quattro zampette libere; così facendo non potrà cadere, anche se prova a divincolarsi.

Di cosa ha bisogno il Chihuahua...
 
Un cucciolo dorme maggiormente di un cane adulto… ciò significa che va lasciato dormire in santa pace! Giocate con lui e tenetegli compagnia quando è sveglio, poco alla volta il cucciolo imparerà a stare da solo. Se dovesse accadere che siete costretti ad uscire senza di lui e pertanto lo dovete lasciare un po’ di tempo da solo, non lasciategli l’intera casa a disposizione; meglio sarebbe chiuderlo nella stanza dove avete scelto di sistemare la sua cuccetta, badate a selezionare il suo spazio abitativo e a ricreargli le stesse condizioni  in cui era stato tenuto in allevamento (parlate di questo con l’allevatore, noi lo facciamo sempre molto volentieri) e mettetegli  nel suo angoletto il tappetino igienico per i bisognino ed il lettino con la ciotola dell’acqua e dei giochini per passarsi il tempo. Non cambiate in continuazione la collocazione del suo angoletto all’interno della vostra casa, perchè questo fatto gli creerà un forte disorientamento con la conseguenza che vi farà i bisognini dappertutto… questo per tutta la durata della prima crescita (3 -16 mesi). Trovategli qualcosa da fare quando sta da solo: fornitegli un osso da “mordicchiare”, nascondetegli un po’ di premietti (non usate mai come premio il suo cibo) sotto gli angoli del tappetino o in posti dove può trovarlo con l’olfatto e con l’intelligenza. Il cucciolo imparerà velocemente a stare da solo e dormirà per la maggior parte del tempo. Sarà pronto al gioco quando tornate a casa.

Di cosa ha bisogno il Chihuahua...
 
Normalmente i Chihuahua non causano danni in casa. Potrebbe verificarsi, che per la noia, qualche giornale sia fatto a pezzetti, ma solitamente non va oltre. Se doveste trovare questa situazione al vostro rientro NON dovete mai sgridarlo… lui non capirebbe (il tempo di associazione di un qualsiasi cane è di pochi secondi). Consigliamo a chi ha una casa poco sicura (es. fili elettrici scoperti, molti tappeti etc.), di rimuovere temporaneamente tali potenziali rischi e di dotarsi di un piccolo recinto di metallo (facilmente reperibile nei negozi  specializzati), che vi consentirà di lasciare il cucciolo anche da solo nel suo piccolo spazio recintato opportunamente dotato di tutti i confort, permettendovi così di uscire tranquillamente di casa per qualche ora (mai per troppo tempo, perchè il cucciolo potrebbe comunque aver bisogno di aiuto) evitando che si faccia del male scorrazzando per tutta casa. Grazie alla sua taglia il Chihuahua non può fare tanti danni materiali alla vostra abitazione, ma dovete comunque dargli la possibilità di svagarsi quotidianamente… anche sul terrazzo va bene, ma  recintatelo con una rete sottile, il cucciolo non ha una percezione del pericolo ben sviluppata e potrebbe cadere sporgendosi dalle inferriate. Per ogni altra eventuale questione, domandate sempre al vostro allevatore come dovreste agire, sarà in grado di rispondervi grazie alle proprie esperienze.

Le foto di questo articolo sono state realizzate da: Casa Dolcechihuahua www.dolcechihuahua.it e raffigurano cani presenti o nati e affidati dall’allevamento stesso.

Condividi.

Autore

avatar

Partner