Le norme applicate dall’allevamento di Tibetan Mastiff..

0

Le norme applicate dall’allevamento di Tibetan Mastiff... 

Le norme applicate dall’allevamento di Tibetan Mastiff “Garuda’s Oaks”

Come noto, ogni genitore di un allevamento professionale è sottoposto ad una serie di accertamenti clinici ufficiali:

Seguono altre regole personali, che cerco ove possibile di rispettare:

  1. Le femmine del mio allevamento si accoppiano solo dopo i 3 anni d’età (salvo rare eccezioni).
  2. Le femmine del mio allevamento normalmente hanno due cucciolate nel corso della loro vita, ma se si distinguono per doti speciali di salute, tipicità e carattere, con ottimi risultati nelle precedenti cucciolate, viene valutata la possibilità di un terzo accoppiamento. Avendo il Tibetan Mastiff un solo calore all’anno, il periodo minimo tra una cucciolata e l’altra è di due anni.
  3. Le femmine del mio allevamento si accoppiano al massimo entro l’ottavo anno d’età.
  4. I maschi del mio allevamento si accoppiano solo dopo i due anni d’età; questo perché alcuni esami se eseguiti prima, non sono attendibili.
  5. I cuccioli del mio allevamento vengono consegnati dopo i 60 giorni di vita. I cuccioli che viaggiano in aereo devono essere accompagnati dal proprietario o, se impossibilitato, da noi.
  6. Ogni cucciolo viene consegnato unitamente a:
  7. a) una scorta del loro abituale mangime e dosatore (sufficiente per qualche giorno) nel caso in cui il proprietario non se lo sia ancora procurato;
  8. b) microchippatura, sverminazione avvenuta e 1° vaccino (eventualmente 2° vaccino in base all’età del cucciolo);
  9. c) cartelletta contenente:
  • – libretto sanitario;
  • – passaporto se necessario;
  • – certificato di buona salute;
  • – pedigree fotografico (con foto fino a 4 generazioni se in nostro possesso);
  • – copie di esami clinici dei genitori (displasie, oculopatie, tiroide, ecc.);
  • – copie di campionati di bellezza dei genitori (CAC, CACIB);
  • – lista di piante, verdura e frutta che potrebbero nuocere ai cani;
  • – spiegazioni delle seguenti patologie: displasia, ipotiroidismo, torsione dello stomaco, etc.;        
  • – alcune indicazioni per il futuro veterinario riguardo questa razza specifica;
  • – copia del modello A e, se già presente, del modello B;
  • modello ASL (per cessione presso l’anagrafe canina);

Sono cosciente che tutte le analisi cliniche alle quali sono sottoposti i miei cani non danno automaticamente la garanzia che in futuro i cuccioli saranno esenti da tali patologie, ma ne riducono significativamente le possibilità.

Morale: Ricordatevi amici lettori, in linea di massima questo è quello che dovete aspettarvi da un allevamento serio, che ama senza riserve i propri pelosi e che soprattutto rispetta i nuovi adottanti. Questi ultimi meritano di avere la serenità di non doversi separare prematuramente (per gravi malattie) dal nuovo “familiare”. Nel prossimo articolo, concluderò questo percorso insieme a voi nell’affascinante mondo di questa particolare razza, parlandovi di come scegliere un allevamento… a presto!

Condividi.

Autore

avatar

Partner