Lo Standard di razza del Chihuahua…

0

Lo Standard di razza del Chihuahua…
 

Lo Standard di razza del Chihuahua, indole e caratteristiche generali

Il Chihuahua è un cane di piccole dimensioni (il più piccolo riconosciuto dall’ FCI – ENCI). Il nome è dovuto alla  città dell’omonimo stato messicano, dove sono nati i primi allevamenti di questa razza canina. I Chihuahua possono essere a pelo raso o a pelo lungo. Tutti i colori e gli accoppiamenti sono ammessi e accettati nello standard della razza (tranne il merle). È provvisto di coda portata alta e piegata verso il dorso, la testa ha la forma a “mela”, le orecchie ben aperte hanno l’attaccatura all’altezza degli occhi, che sono rotondi ma non sporgenti; il peso varia da Kg.1,5 a kg. 3 e le sue dimensioni lo rendono particolarmente adatto come cane da compagnia o da salotto. Negli USA viene anche utilizzato come “Dog Allarm“ per la sua grande capacità di vigilare e dare l’allarme al padrone.

Origine: Messico
Utilizzazione: cane da compagnia
Classificazione F.C.I.: Gruppo 9 Cani da Compagnia – Sezione 6 Chihuahua – Senza prova di lavoro.
Importante: la lunghezza del tronco supera leggermente l’altezza al garrese; per quanto possibile è ricercato un tronco quasi quadrato, specialmente nei maschi. Nelle femmine, per la loro funzione di riproduzione, il tronco leggermente più lungo è accettato. FCI-Standard N° 218/23.06.2004/GB
Comportamento/Carattere: rapido, vigile, vivace e molto coraggioso.

Dalida’ Casa Dolcechihuahua

Regione craniale: Cranio: ben arrotondato, a mela (una caratteristica della razza) preferibilmente senza fontanella, tollerata se piccola. Stop: ben accentuato, profondo e largo. Fronte: bombata al di sopra del muso.

Regione facciale: Tartufo: ammessi tutti i colori. Moderatamente corto, rivolto leggermente verso l’alto. Muso: corto, dritto visto di profilo, largo alla base, va assottigliandosi verso la punta. Labbra: asciutte e molto aderenti. Guance: poco sviluppate, molto nitide. Mascelle/Denti: chiusura a forbice o a tenaglia. L’enognatismo, il prognatismo, come tutte le altre anomalie della mascella superiore od inferiore, devono essere rigorosamente penalizzate. Occhi: larghi, di forma arrotondata, molto espressivi, non protuberanti, perfettamente scuri. Gli occhi chiari sono ammessi ma non desiderati. Orecchie: grandi, erette, molto aperte, larghe alla base, si restringono gradualmente, arrotondandosi leggermente verso la punta. A riposo inclinate lateralmente, formano un angolo di 45°.

Collo: linea superiore leggermente arcuata. Lunghezza: di media lunghezza. Forma: più spesso nei maschi che nelle femmine. Pelle: assenza di giogaia. Nella varietà a pelo lungo, la presenza di gorgiera con pelo lungo è altamente desiderata.

Tronco: compatto e ben costruito. Linea superiore: diritta. Garrese: poco evidenziato.

Dorso: corto e solido. Rene: forte, muscoloso. Groppa: ampia e forte; quasi piatta o leggermente inclinata. Torace: gabbia toracica larga e profonda, costole ben elastiche. Visto dal davanti, spazioso ma non esageratamente. Visto di profilo, scende sino ai gomiti. Non a forma di botte. Linea inferiore: costituita da un netto ventre retratto. Un ventre rilassato è ammesso ma non desiderato.

Coda: inserita in alto, in apparenza piatta, di moderata lunghezza; larga alla base, si assottiglia gradualmente verso la punta. Il portamento della coda è un’importante caratteristica della razza: quando il cane è in movimento la coda è portata alta, ricurva o a semicerchio, con l’estremità verso il rene, che dà armonia al corpo, non dovrebbe mai essere portata tra le zampe posteriori, né arricciata sul dorso. Il pelo della coda dipende dalla varietà ed è in armonia con il tipo del pelo del corpo. Nella varietà a pelo lungo, il pelo della coda forma un pennacchio. La coda è pendente a riposo e forma un leggero uncino.

Arti anteriori: zampe anteriori dritte; viste di fronte formano una linea dritta con i gomiti; viste di profilo, sono perpendicolari. Spalle: asciutte e moderatamente muscolose. Buona angolazione tra la scapola e l’omero. Gomiti: solidi ed attaccati al corpo per garantire un movimento sciolto. Metacarpi: leggermente inclinati, forti e flessibili.

Arti posteriori: zampe posteriori ben muscolose, con ossa lunghe, in appiombo e parallele l’una all’altra, con buona angolazione dell’anca ed articolazioni del ginocchio, in armonia con l’ angolazione del posteriore. Garretti: corti, di buono sviluppo ai tendini di Achille; visti da dietro ben separati, diritti e perpendicolari.

Zampe: molto piccole ed ovali con dita ben separate, ma non aperte (né piede da lepre, né piede da gatto). Unghie: ben arcuate e di media lunghezza. Cuscinetti: ben sviluppati e molto elastici. Gli speroni devono essere rimossi, ad eccezione di quei paesi dove la legge lo proibisce.

Portamento/Movimento: passo lungo, elastico, energico e sostenuto, con buon allungo e spinta. Visto da dietro, il posteriore dovrebbe muovere parallelo, così che, le orme dei piedi del posteriore, coprano quelle dei piedi anteriori. Con l’aumento della velocità, gli arti evidenziano una tendenza a convergere verso il centro del punto di gravità (unica orma). Il movimento è lungo ed elastico, senza visibile sforzo, la testa è in alto ed il dorso fermo.

Mantello/Pelo: In questa razza sono due le varietà di pelo:

  1. Pelo corto: il pelo è corto, fitto su tutto il corpo. Se presente sotto pelo, il pelo è piuttosto lungo; è permesso pelo rado sulla gola e sul ventre; così come è tollerato leggermente più lungo sul collo e coda e più corto sulla fronte ed orecchie. Il pelo è lucente e la sua tessitura è soffice. Cani senza pelo non sono tollerati.
  2. Pelo lungo: il pelo dovrebbe essere sottile e setoso, liscio o leggermente ondulato. Non è desiderato sotto pelo troppo fitto. Il pelo è più lungo con frange sulle orecchie, collo, dietro gli arti anteriori e posteriori, sui piedi e sulla coda. Soggetti con pelo molto ondulato non possono essere accettati.

Colore: sono ammessi tutti i colori, in tutte le possibili sfumature e combinazioni.

Peso: in questa razza è soltanto preso il peso in considerazione e non l’altezza. Peso: (peso ideale) tra 1,5 e 3,0 kg. Per quanto, soggetti tra 500 gr. e 1,5 kg. sono accettati. Soggetti oltre i 3 kg. saranno squalificati.

Lo Standard di razza del Chihuahua…
 
Difetti: ogni deviazione dai punti precedenti dovrebbe essere considerata un difetto e la gravità della considerazione dello stesso difetto dovrebbe essere proporzionata al suo grado.

  • Mancanza di denti.
  • Doppi denti (persistenza di denti temporanei).
  • Deformazioni mascelle.
  • Orecchie appuntite.
  • Collo corto.
  • Tronco lungo.
  • Dorso ricurvo od insellato (Lordosi o Cifosi).
  • Groppa scoscesa.
  • Torace stretto, costole piatte.
  • Coda: Non corretta inserzione, corta o storta.
  • Arti corti.
  • Gomiti aperti.
  • Troppo chiuso il posteriore.

Difetti gravi:

  • Cranio stretto.
  • Occhi piccoli, infossati o protuberanti.
  • Muso lungo.
  • Prognatismo o enognatismo.
  • Lussazione della rotula.

Difetti eliminatori:

  • Aggressivo od eccessivamente timido, il chè può variare per abitudini dei padroni (se il cane vede spesso sconosciuti, sarà più estroverso).
  • Soggetti di tipo cervo (soggetti con atipica o estrema struttura stilizzata: testa raffinata, collo lungo, corpo sottile, arti lunghi).
  • Soggetti con grande fontanella ( solo nei cuccioli, ma se il cucciolo subisce uno “shock” al livello della fontanella, potrebbe restare a vita).
  • Orecchie non erette o corte.
  • Eccessiva lunghezza del tronco.
  • Assenza di coda.

Nella varietà a pelo lungo: Soggetti con pelo molto lungo, sottile e ondulato.
Nella varietà a pelo corto: Calvizia (alopecia). – Peso superiore a 3 kg. (ciò varia anche dal tipo di chihuahua).

Ogni soggetto che mostra chiaramente anomalie fisiche o comportamentali potrà essere squalificato.

N.B.: i maschi dovranno avere due testicoli apparentemente normali, completamente discesi nello scroto.

Indole, caratteristiche generali efavole metropolitane

Il Chihuahua risulta essere il cane maggiormente adattabile alla vita domestica, sia per le sue minuscole dimensioni che arrecano meno disagi rispetto ai cani di taglia superiore, sia per le sue abitudini di cane da compagnia, selezionato da millenni appositamente a tal scopo. Si è soliti associare al cane più piccolo esistente nelle razze riconosciute FCI un carattere debole, bisognoso di cure ed attenzioni particolari, un po’ isterico, tremolante, rumoroso ed anche fastidioso. In realtà ama la famiglia e la vita familiare in genere, è estremamente sensibile a tutto ciò che accade all’interno del nucleo familiare nel quale vive. Attento, vivace, pieno di vita e giocherellone, è un cane dalla forte personalità, possiede una fervida intelligenza anche se a volte risulta essere un po’ testardo.

Lo Standard di razza del Chihuahua…
 
Ama la compagnia dei suoi simili: è solito vivere in piccoli branchi stabilendo una rigida gerarchia che consente una serena e pacifica convivenza. Adora l’estate e la primavera, stagioni in cui si diverte giocando a rincorrere i propri compagni all’aperto. Non ama molto il freddo e d’inverno tende ad addormentarsi accanto a fonti di calore. Al contrario di quanto possa sembrare dalla sua piccola mole, è un cane forte, estremamente coraggioso, iperattivo e fortemente determinato. Presenta la caratteristica di essere vivace e incline al gioco, ma allo stesso tempo sa essere un ottimo cane da compagnia se gli viene concesso, con sua grande soddisfazione, di trascorrere del tempo in braccio al padrone, verso cui nutre estrema fiducia e da cui si fa scarrozzare ovunque, nella stessa posizione, senza dare la minima impressione di insofferenza. È un cane così facilmente gestibile che la maggior parte degli alberghi, locali pubblici, luoghi turistici, anche quelli in cui normalmente è fatto divieto di portare con sé animali, lo accettano, a patto che rimanga in braccio al proprio padrone. È considerato un cane da compagnia, ma la sua tenacia fa di lui un eccellente guardiano.

 L’indole del chihuahua

I soggetti appartenenti a questa razza si caratterizzano per gli atteggiamenti molto dolci e affettuosi, ma talvolta si dimostrano anche molto coraggiosi e sempre vigili! infatti il Chihuahua riesce a stabilire un rapporto molto intenso con il padrone. È una cane che gradisce molto la convivenza con altri esemplari della stessa razza, con cui instaura stretti rapporti regolati dalle logiche della vita di branco. Se abituati sin da cuccioli (entro i primi tre-quattro mesi di vita) potranno condividere il proprio territorio con uno o più gatti che verranno considerati parte integrante del loro “gruppo” e con cui instaureranno ottimi rapporti sia nel gioco che nelle altre attività quotidiane. La maggior parte delle femmine sono delle eccellenti levatrici di cuccioli e svolgono egregiamente il compito di portare la propria cucciolata al traguardo dello svezzamento. Esse gradiscono molto la collaborazione del proprio amico umano nella gestione della prole. È un cane facile da addestrare e facile da gestire. Generalmente è un cane calmo e pacato se non disturbato, ma risente molto dello stato d’animo degli esseri umani con cui vive. È un cane molto sensibile, abitudinario ed attento, studia il proprio padrone continuamente e mette in atto vari stratagemmi per cercare di farsi viziare.

Lo Standard di razza del Chihuahua…
 
Individui che abbaiano molto e ringhiano sono caratterialmente prepotenti, dominanti e iperprotettivi nei confronti di chi ne possiede uno. Questo tipo di comportamento è solitamente conseguenza di una cattiva gestione da parte del proprietario che ha consentito al proprio cane di credere di essere il capo-branco della famiglia con cui vive. Il Chihuahua è un cane che, sin da cucciolo, va abituato a capire che le attenzioni le otterrà solo su decisione del proprio padrone e non a richiesta. Questo modo di approcciarsi al proprio 4 zampe sin da quando ha due mesi di età lo renderà un cane sereno, equilibrato, socievole e per niente aggressivo. Il prototipo del Chihuahua aggressivo è derivante dagli incroci avvenuti in antichità con il Pincher nano (di natura aggressivo e mordace); un Chihuahua con genealogia pura  e ben addestrato con un poco di fermezza si rivelerà un amico docile e calmo, ma anche molto coraggioso e determinato. Molto spesso può dimostrare un po’ di voglia d’indipendenza, una giusta educazione può contrastare questa sua predisposizione alla dominanza. Le passeggiate al parco e il gioco all’aperto contribuiscono a mantenerlo in forma, anche se di piccola taglia ha bisogno di molto esercizio fisico. Vive con i bambini, però deve essere rispettato e non deve essere trattato come un giocattolo; cadute dal grembo di una persona possono causare gravi conseguenze alla salute del cagnolino.

La verità sulla sua taglia

Il Chihuahua è già per sua natura il PIU’ PICCOLO esemplare della razza canina! Come detto precedentemente in questa razza la classificazione della taglia del Chihuahua e del peso segue un preciso Standard ufficiale FCI-E.N.C.I. che ne stabilisce il peso ideale tra 1,5 e 3 kg. (specie per i soggetti che partecipano a gare espositive o che sono avviati alla riproduzione). All’interno di questa pesistica è possibile osservare una lieve variazione di taglia (correlata al peso), ma si tratta solo di lievi variazioni che non devono superare in eccesso o in difetto la pesistica stabilita dalla FCI, altrimenti verrebbero meno i requisiti di razza del chihuahua stesso. Per questo motivo non date credito a quanti usano aggettivi impropri quali toy-mini toy-t cup- tipo micro etc., sono solo specchietti per allodole e preludono alla truffa! Per evitare di cadere in questo raggiro chiedete di visionare i genitori naturali (non presunti) del soggetto che vi interessa (e controllatene  i relativi documenti ufficiali ENCI-FCI) per avere subito un’idea di come sarà il vostro cucciolo da adulto.

Le foto di questo articolo sono state realizzate da: Casa Dolcechihuahua www.dolcechihuahua.it e raffigurano cani presenti o nati e affidati dall’allevamento stesso.

Condividi.

Autore

avatar

Partner