Lo standard nel Cocker Spaniel…

0

Lo standard nel Cocker Spaniel...
 

Lo standard nel Cocker Spaniel Inglese

La definizione di Standard nel cane
Vi racconterò una telefonata della quale sono stata protagonista recentemente… il nome della Signora che mi ha contattato, (per questioni di privacy) lo cambierò in Paola…
Sig.ra Paola: <<Pronto? Signora buongiorno… ho visto su internet che siete allevatori di Cocker Spaniel… senta volevo sapere se ne avete disponibili anche di “Toy”.
Io: Buongiorno a lei signora… allora… iniziamo col dire che il “Cocker Toy” non esiste, sono pochissime le razze che prevedono la taglia toy ed il Cocker Spaniel Inglese non è tra questi.
Sig.ra Paola: Ah! Non lo sapevo… mi è capitato di vederne in giro alcuni molto piccoli e ho pensato che fosse una cosa normale…
Io: Certamente… potrà accadere anche che ne vedrà di molto grandi, ma sia nell’uno che nell’altro caso si tratta di soggetti fuori standard.
Sig.ra Paola: Standard? E cioè?…>>.

Ecco… questo tipo di conversazioni che contengono determinati quesiti mi lasciano incredula, poiché quando si decide di prendere un cane appartenente ad una determinata razza, si dovrebbe per lo meno aver letto lo “Standard” della razza canina che si è prescelta! Detto questo, mi piacerebbe aprire una parentesi su che cosa sia lo Standard di razza, rispondendo così anche alla “Sig.ra Paola”. Iniziamo col dire che la definizione ufficiale di razza passa attraverso la realizzazione di un testo, che nel dettaglio spiega le caratteristiche morfologiche e caratteriali di una specifica razza canina al fine di conservarne le peculiarità e quindi essere da riferimento anche per gli allevamenti che si occupano della relative riproduzioni. In definitiva si tratta di una raccolta di informazioni che descrivono il cane “ideale” appartenente ad una determinata razza. Lo Standard viene stilato nel paese d’origine del cane, dal club specializzato (per razze ove esiste il club) che tutela la razza in oggetto per poi essere sottoposto all’approvazione dell’ente nazionale (Enci in Italia) e internazionale FCI.
Di seguito andrò a riprodurre in vari punti le caratteristiche ideali del Cocker Spaniel Inglese:

Lo standard nel Cocker Spaniel...
 
Lo standard di razza del Cocker Spaniel Inglese
Cane allegro, simpatico, robusto e sportivo, ha un corpo ben equilibrato, compatto, iscritto quasi perfettamente in un quadrato. La distanza dal garrese alla radice della coda, deve essere circa uguale alla distanza che vi è dal garrese a terra, per tale motivo si dice che ha un corpo inscritto in un quadrato. Pertanto i Cocker Spaniel Inglesi con tronco troppo lungo rispetto all’altezza da terra non corrispondono allo standard di razza.
Caratteristiche: il Cocker Spaniel Inglese si presenta sempre allegro e giocoso, grazie al suo carattere gioioso che si manifesta attraverso l’incessante movimento della coda, specialmente quando gli si permette di innescare le sue principali doti di cacciatore nell’atto di seguire una traccia. Il nostro “Hammer” dalle orecchiette lunghe riuscirà a mantenere il buon umore in qualsiasi condizione di terreno o climatica, dando il suo massimo nelle attività che prevedano l’attività di ricerca.
Carattere: dolce ed affettuoso e al contempo esuberante e pieno di vitalità.
Testa: la testa presenta un cranio ben sviluppato, ben cesellato, né troppo sottile né troppo grande, stop (salto fronte nasale) ben definito, posto nel centro tra la punta del tartufo e l’occipite e il muso è di pari lunghezza rispetto al cranio. Il muso è pieno e ben quadrato, gli zigomi non devono essere prominenti. Gli occhi riempiono bene le orbite ma non sono sporgenti, sono di colore bruno o bruno focato, mai chiari, ma nei soggetti color cioccolato e fegato roano sono di color nocciola in armonia col colore del mantello, espressione intelligente e dolce, sveglia e allegra; la rima palpebrale è ben aderente. Le orecchie sono attaccate basse a livello degli occhi e il bordo arriva all’estremità del naso, sono ricche di pelo lungo e setoso (pelo dritto). Orecchie attaccate più alte rispetto al filo degli occhi sono da considerarsi fuori standard. La bocca presenta una dentatura perfetta, regolare e completa con chiusura a forbice (incisivi superiori sopravanzano quelli inferiori), mascella forte.

Lo standard nel Cocker Spaniel...
 
Le successive descrizioni hanno come fonte: www.cockerveneto.it
Collo: di giusta lunghezza, muscoloso e ben inserito nella spalla, sottogola privo di giogaia, non deve superare di molto i 4/10 dell’altezza al garrese, mai più corto. La congiunzione tra testa e collo deve essere nettamente visibile.
Spalla: lunga almeno ¼ dell’altezza al garrese, deve essere ben inclinata sull’orizzontale dall’indietro al davanti con muscoli ben sviluppati e libera nei suoi movimenti. Le punte delle scapole con cane in stazione normale e a collo eretto devono essere molto ravvicinate ( 1 o 2 cm).
Braccio: fornito di muscoli ben sviluppati, di forte ossatura. La sua lunghezza è quasi uguale a quella dell’avambraccio e la direzione è quasi parallela al piano mediano del corpo.
Avambraccio: di buona ossatura, presenta una linea verticale. La lunghezza è uguale a quella del braccio. I gomiti devono trovarsi in un piano parallelo al piano mediano del corpo, non troppo ravvicinati al costato (gomiti chiusi), né deviati all’infuori (gomiti aperti).
Tronco: La lunghezza del tronco misurata dalla punta della spalla alla punta estrema dell’ischio deve essere superiore all’altezza da terra al garrese. Il tronco del Cocker Spaniel Inglese deve restare in un rettangolo e la misura ideale è l’altezza al garrese pari alla lunghezza misurata dal garrese all’attaccatura della coda.
Petto: (da non confondere con il torace) ben aperto e largo ma senza esagerazione con muscoli pettorali ben sviluppati. La larghezza del petto è circa 1/3 dell’altezza al garrese.
Torace: deve scendere fino al gomito, meglio se lo sorpassa. Profondo con coste lunghe e ben convesse, gli spazi intercostali ampi, oblique dal davanti all’indietro, le ultime coste ben avvicinate al margine anteriore delle cosce.
Dorso: garrese elevato sulla linea del dorso e stretto per il ravvicinamento delle scapole tra di loro, linea dorsale retta, la lunghezza del dorso deve essere proporzionata alla profondità del torace.
Lombo o rene: fornito di muscoli in larghezza, ben fuso con la linea del dorso, ben arcuato se visto di profilo, corto e robusto. La sua larghezza deve avvicinarsi il più possibile alla sua lunghezza.
Ventre e fianchi: il ventre deve rimontare leggermente quanto basta per non essere retratto. I fianchi sono lunghi quasi quanto il rene e poco incavati.
Groppa: discende gradatamente dal rene alla radice della coda. E’ larga, muscolosa, tendente all’orizzontale (l’inclinazione sull’orizzontale è di circa 10°).
Arti posteriori: posteriore largo e ben arrotondato, molto muscoloso, gambe di forte ossatura, ben angolate con garretti bassi che devono imprimere una forte spinta.
Gamba: di buona ossatura e sufficientemente muscolosa con scanalatura gambale ben evidente.
Piede: di forma arrotondata, con dita ben vicine fra loro, solido, con cuscinetti plantari spessi dotati di suola dura, unghie ricurve, forti e pigmentate.
Coda: inserita leggermente più in basso rispetto alla linea dorsale, è forte alla radice e si assottiglia in punta. In movimento deve essere allegra e portata orizzontalmente, mai girata in alto ed è ricoperta di lungo pelo frangiato.
Andatura: sciolta, decisa ed ampia con grandi falcate e presa di terreno, mai saltellante, con forte spinta dal posteriore.
Mantello: è setoso e mai a filo di ferro (ne ondulato ne arricciato), buona frangia sugli arti anteriori e posteriori fin sopra ai garretti. Tutti i colori sono ammessi ma negli unicolore il bianco è ammesso solo sul petto.
Altezza al garrese: varia nei maschi dai 39,5 ai 41 cm, nelle femmine da 38 a 39,5 cm. Il peso varia da 12,5 kg a 14,5 kg.
Difetti: muso rugoso, prognatismo, enognatismo, occhi troppo piccoli o sporgenti, ossatura leggera, spalla dritta, costato piatto, metacarpi o metatarsi deboli, piedi aperti o distesi, cattivo andamento, temperamento aggressivo.

Condividi.

Autore

avatar

Partner