Lavare il cane o il gatto nel modo corretto?

0

Lavare il cane o il gatto nel modo corretto?
 

Lavare il cane o il gatto nel modo corretto? Eccovi le prime nozioni…

In realtà non esistono reali controindicazioni per iniziare a lavare fin dalla più tenera età un cane o un gatto. Dal punto di vista della salute, se adottiamo correttamente il protocollo che seguirà nei prossimi articoli, non ci sono validi motivi per non lavarli… anzi direi solo aspetti benefici nel farlo. D’altra parte anche i nostri “neonati umani” vengono subito lavati… che differenza fa? NESSUNA… Quindi al bando una volta per tutte queste favole metropolitane, che raccontano che i cani non possano essere lavati prima che compiano i sei mesi o l’anno di età… vorrei proprio sapere qual è il fondamento di queste affermazioni!È ovvio che il bagno deve essere praticato solo se il soggetto è in buona salute e se sottoposto alle prime vaccinazioni, a distanza di qualche giorno da queste, ma solo perché potrebbero dar luogo a delle alterazioni di temperatura… altrimenti potete provvedere tranquillamente a lavare il cane seguendo scrupolosamente i consigli che vi darò in seguito. Oltretutto più giovani sono e più facilmente si abitueranno a questa pratica, impareranno ad accettare il rito del bagno senza che diventi mai una cosa traumatica. Bene….vi siete organizzati? Avete acquistato o reperito tutte le cose che vi avevo elencato nella precedente news?


 
Ottimo ora posso spiegarvi il modo corretto per lavare il cane: la prima cosa da fare è porre il cane sul tavolino e pettinarlo perfettamente. Se rimangono nodi nel pelo (soprattutto se sono tanti) poi col bagno tendono ad infeltrirsi di più. Inoltre lavare un cane con i nodi nel pelo è sconsigliabile, poiché si rischia di non riuscire a lavarlo in profondità, a sciacquarlo e asciugarlo perfettamente. Tutte condizioni, che lo potrebbero mettere a rischio di una dermatite da contatto, per eventuali tracce o quantità di shampoo rimaste, oppure causata da una prolificazione batterica in caso di cani lasciati umidi. Sempre prima del bagno provvedete alla pulizia delle orecchie se serve (prossimamente approfondiremo anche questo argomento ), ad accorciare le unghie (ma solo se ne siete capaci… oppure valutate se portare il cane ad accorciarle). Bene… se avete svolto questo compito ora proseguiamo con il passo successivo: prima di mettere il peloso in vasca dovete essere sicuri di esservi già organizzati, pertanto:

1) Avrete già posizionato il tappetino antiscivolo sul fondo della vasca.

2) Avrete già preparato una diluizione di shampoo ed acqua in un secchiello o in una bull di quelle grandi (per un cane di piccola taglia bastano dai due ai quattro cucchiai di shampoo diluiti in circa 1 litro d’acqua tiepida).

3) Avrete a portata di mano degli asciugamani.

4) Se siete in possesso di un bel lavandino/lavatoio sarà meglio, diversamente dotatevi di un tappetino esterno perché le vostre ginocchia vi faranno un po’ male… per cani di grossa taglia usate sempre la vasca e assolutamente evitate di lavarli con la pompa in giardino con acqua fredda, piuttosto lavateli presso un self-service per cani.

Ora siete pronti?… beh… haahahhaha… dovrete attendere la prossima news… nella quale vi darò le prossime istruzioni… a presto!

Condividi.

Autore

avatar

Partner