La medicina olistica…

0

 

La medicina olistica nel cane e nel gatto

La parola olismo deriva dal greco holos e significa totalità; viene utilizzato quando la disciplina medica considera la salute di un soggetto nel suo insieme, cioè l’unione tra mente, corpo e ambiente. La medicina olistica cura il singolo soggetto e non la malattia, si concentra sulla causa e non solo sul sintomo e considera l’animale nella sua ”globalità”; lo scopo della medicina olistica è quello di riportare l’equilibrio del corpo e stimolare la sua capacità di autoguarigione.

Le medicine olistiche più importanti sono:

  • La medicina tradizionale cinese
  • La medicina ayurvedica
  • La medicina tibetana
  • L’omeopatia
  • La fitoterapia
  • L’osteopatia
  • La chiropratica
  • L’iridologia
  • La bioenergetica
  • La medicina tibetana
  • Terapie naturali come l’aromaterapia
  • La cristalloterapia
  • La cromoterapia
  • La floriterapia come i fiori di Bach

Oggi vorrei introdurvi la “Medicina Tradizionale Cinese”, una medicina antica, che raggruppa diverse discipline quali:

  • L’agopuntura
  • La moxibustione
  • La fitoterapia
  • Il TuiNa
  • La Dietologia cinese

La medicina tradizionale cinese veterinaria, si sviluppò in parallelo alla medicina cinese umana; Zao Fu, un   agopuntore veterinario, trattava già nel 974 A.C le patologie nel cavallo con gli aghi. Molte persone non sanno che l’agopuntura è una pratica medica che viene applicata anche agli animali, molti proprietari infatti, rimangono sorpresi quando consiglio di trattare determinate patologie con sedute di agopuntura! Certo che il veterinario agopuntore deve avere molta pazienza… alle volte deve cambiare il piano dei punti stabiliti, poiché si trova di fronte ad un soggetto che non collabora, o addirittura deve rinunciare alla seduta con gli aghi e sostituire l’agopuntura con la Moxibustione, oppure con il massaggio cinese Tui-Na. Esistono invece cani che amano le sedute di agopuntura, che si rilassano e” ronfano” beati per l’intera seduta che dura circa venti minuti.

In cosa consiste l’agopuntura?
Nella seduta di agopuntura, vengono inseriti aghi sottili di varie dimensioni, in punti ben precisi sulla pelle chiamati Agopunti. Gli Agopunti hanno la funzione di collegare l’esterno del corpo con il suo interno, quindi lavorando sulla superficie cutanea, possiamo ottenere benefici a livello di tutti gli organi del corpo. Tutti gli agopunti, sono collegati tra di loro a formare il cosiddetto meridiano di agopuntura, una linea immaginaria che viene rappresentata sulle tavole di agopuntura. Esistono diversi meridiani, ma quelli principali e più conosciuti sono quelli che appartengono agli organi e visceri del corpo e sono 12:

  1. Vescica
  2. Rene
  3. Fegato
  4. Cistifellea
  5. Cuore
  6. Piccolo intestino
  7. Stomaco
  8. Milza
  9. Polmone
  10. Grosso intestino
  11. Triplice riscaldatore
  12. M. pericardio


 
In totale sul corpo esistono 360 punti, difficili da ricordare tutti, però non a caso abbiamo un agopunto per ogni giorno dell’anno! A livello di ogni agopunto, corrispondono delle terminazioni nervose libere, vasi ematici e linfatici e i corpuscoli sensitivi. Dagli studi eseguiti, ogni punto di agopuntura presenta: una riduzione dell’impedenza elettrica, un aumento della temperatura cutanea e un netto aumento della sensibilità alla pressione! Sono numerosi gli effetti benefici dell’agopuntura, dovuti all’applicazione degli aghi, ma quelli più studiati sono l’effetto antalgico e quello analgesico. Durante una seduta di agopuntura, vengono liberati gli oppiodi endogeni del corpo, chiamati anche endorfine, che hanno una funzione analgesica simile a quella della morfina (ma senza gli effetti collaterali del farmaco), andando quindi a bloccare il dolore e a rilassare il corpo dopo una seduta di agopuntura. Da studi si è visto che un trauma, provoca degli impulsi elettrici a corrente continua, che rimangono attivi per tutta la guarigione ostacolandola. Con la seduta di agopuntura si crea un cambiamento di polarità di questi impulsi elettrici favorendo e facilitando la guarigione. Inoltre si è visto che le sedute di agopuntura aumentano gli anticorpi nei soggetti, aumentandone le difese immunitarie ed avendo un effetto antipiretico e anche antiallergico.

Dove possiamo intervenire con l’agopuntura?
L’agopuntura, può essere utilizzata per eliminare un dolore acuto o cronico, tipo i dolori artrosici. Ottimi risultati si ottengono nei cani con displasie alle anche oppure ai gomiti, nei problemi tendinei e legamentosi come anche la rottura del legamento crociato. Oltre ad un effetto antidolorifico, l’agopuntura viene utilizzata per trattare qualsiasi disfunzione d’organo comprese malattie croniche come l’insufficienza renale!

Condividi.

Autore

avatar

Partner