Volete sapere come utilizzare l’argento…

0

Volete sapere come utilizzare l’argento
 

Volete sapere come utilizzare l’argento colloidale?

Come promesso, oggi vi parlo dell’utilizzo dell’argento colloidale per risolvere alcuni problematiche dei nostri amici pelosi… quello che vi do sono solo indicazioni di base, ma mi raccomando prima di intraprendere qualsiasi terapia casalinga consultate e fate visitare l’animale al vostro veterinario di fiducia!

L’argento colloidale, come vi scrivevo nell’articolo precedente, può curare molte malattie, accelerando il processo di guarigione e nel caso si siano instaurati dei processi di antibiotico resistenza, rappresenta una terapia molto efficace! Deve essere somministrato a stomaco vuoto e a piccoli sorsi, senza ingerire acqua almeno per dieci minuti dall’assunzione e ovviamente cibo per almeno mezz’ora. In commercio esistono diversi dosaggi di argento colloidale, che corrispondono ai ppm, cioè parti per milioni, quindi possiamo trovare 25 ppm, 40 ppm, 50 ppm e altri. Consiglio di scegliere dosaggi bassi se l’argento colloidale viene assunto per bocca, come collirio o per uso otologico, mentre per l’applicazione esterna cutanea possiamo utilizzare dosaggi più alti.

  • Uso esterno: bagnare una garza con argento colloidale anche 50 ppm e disinfettare ferite e ascessi, lasciare la garza a contatto con la ferita per più tempo possibile e ripetere il procedimento almeno tre volte al giorno.
  • Uso auricolare: utilizzare l’argento colloidale a dosaggi più bassi come 25 ppm, con un contagocce e immettere alcune gocce nell’orecchio tre volte al giorno.
  • Uso oculare: utilizzare colliri appositi all’argento colloidale e applicarne alcune gocce negli occhi tre volte al giorno.

Ma come cerco di spiegare sempre ai miei clienti, le terapie non convenzionali oltre che utilizzarle al bisogno, bisognerebbe somministrarle soprattutto ad uso preventivo, perché come sappiamo è meglio prevenire che curare! Come dosaggio da assumere per via orale, consiglio di stare sui due ml. per kg. di peso, somministrandolo all’inizio anche due volte al giorno, con il miglioramento della sintomatologia si può passare ad una singola somministrazione.

Diarrea: le cause della diarrea sono molte, quindi sottolineo quanto sia importante la visita e il consulto veterinario; sicuramente la somministrazione dell’argento colloidale può solo essere di aiuto, senza causare nessun effetto collaterale, poiché le cause della diarrea possono essere dovute da intossicazione, da infezioni batteriche micotiche o virali, quindi come abbiamo già detto, la terapia all’argento interviene positivamente in tutte queste sintomatologie. Le dosi sono sempre di due ml. per kg. di peso, i primi giorni anche tre volte al dì, poi diminuire la somministrazione fino ad arrivare ad una singola giornaliera.

Ulcere: sia cutanee che alle mucose, spruzzare più volte al giorno l’argento colloidale 25 ppm, applicando sulla ferita anche una garza imbevuta.

Dermatiti: utilizzare argento colloidale anche sulle lesioni, nebulizzando più volte al dì e somministrare per tre giorni due ml. per kg. di peso dell’animale, mattina e sera, poi passare a un ml. per kg. sempre due volte al giorno.

FIV: si utilizza argento colloidale per aumentare le difese immunitarie, somministrare tre volte alla settimana due ml. per kg. di peso del micio; inoltre l’argento colloidale servirà a diminuire la sintomatologia legata all’immunodeficienza felina, quindi sintomatologie respiratorie e gastrointestinali.

Leucosi felina: stessi dosaggi utilizzati per FIV, indispensabili per rafforzare le difese immunitarie.

Igiene del pelo: spruzzare argento colloidale sul pelo 25 ppm e farlo penetrare bene massaggiando e attendendo qualche minuto prima di asciugare con il phon, questo diminuirà l’odore del cane poiché diminuisce la carica batterica presente sul manto.

Igiene orale: spruzzare sui denti e sulle gengive argento colloidale, o tamponare con una garza le gengive. Si può sempre somministrare per bocca al solito dosaggio soprattutto se ci sono infiammazioni alle gengive e alitosi. Nel prossima news parleremo ancora di argento colloidale e di terapie, a presto!

Condividi.

Autore

avatar

Partner