All’Astad di Trieste cultura cinofila e aggregazione…

0

All’Astad di Trieste cultura cinofila e aggregazione…
 

All’Astad di Trieste cultura cinofila e aggregazione si uniscono per un servizio più efficiente!

Qualche tempo fa, fui contattato dai responsabili del rifugio per cani Astad di Trieste, per illustrarmi un progetto, che prevedeva la formazione cinofila dei volontari di canile. Con grande entusiasmo accettai e presentai un programma; la mia figura doveva fornire informazioni di cultura cinofila, per quel che riguarda la psicologia canina, etologia, comportamento canino e esemplificare quanto appreso con della pratica presso la struttura stessa. Alla giornata di teoria (domenica 19 giugno 2016) hanno partecipato all’incirca quaranta persone, tutte molto attente e attive; abbiamo proposto circa 110 slides, accompagnate da delle dispense; l’incontro è durato cinque ore, durante le quali ho cercato di trasmettere tutta la mia esperienza, nella maniera più semplice possibile. Come premesso domenica 3 luglio abbiamo proseguito con il lavoro di pratica, alla quale erano presenti quasi tutti i partecipanti della prima giornata; abbiamo preso in esame numerosi cagnolini ospiti della struttura, cercando di comprendere in primis il loro profilo caratteriale e in un secondo momento abbiamo lavorato sui comandi di base, facendo interagire nel modo corretto il volontario con il soggetto in esame, con sessioni di gioco e contatto. Il tutto si è svolto in un contesto molto professionale, ma allo stesso tempo allegro, sereno, con momenti di puro divertimento, con i “praticanti” e con gli affettuosi pelosi“esaminati”. Devo dire che tutti i cagnoloni visionati meriterebbero la possibilità di una vita “normale”e di avere una nuova famiglia… di fatti ho notato che per la maggior parte erano soggetti equilibrati (chi più chi meno, ovviamente), con le loro esperienze maturate, a volte non proprio positive.

All’Astad di Trieste cultura cinofila e aggregazione…
 
Ho visto pelosoni curiosi, vogliosi di giocare, desiderosi di contatto umano e, perché no, di sentirsi guidati da un padrone. Il rifugio per animali (che avevo visitato parecchi anni fa) nonostante le numerose presenze mi è sembrato molto ben gestito, pulito e votato al benessere degli “ospiti”. Infatti la struttura dispone di ampi spazi verdi, opportunamente divisi, con diversi box con zona aperta e posto al riparo e una area svago (dove si è svolta la parte pratica del corso). Devo dire che sono molto soddisfatto di quanto è stato fatto: il corso prevedeva anche un incontro con i responsabili dell’ASL locale, della Regione FVG, dell’OIPA di Trieste e un paio di lezioni a cura di due veterinari per le nozioni di primo soccorso. Un percorso di base molto formativo e ben strutturato, garantito dall’organizzazione (alcuni volontari del rifugio). Grazie a qualche sponsor, non sono mancati caffè, dolcetti, bibite e degli ottimi pranzi. Personalmente sono molto felice di esser stato chiamato come docente per questo percorso di formazione, una adeguata formazione cinofila di base, garantirà ad ogni volontario una gestione più semplice ed efficace dei soggetti con i quali quotidianamente interagisce, migliorando gli standard già molto buoni di questa struttura. Struttura che si impegna ogni giorno per offrire riparo e assistenza ai cagnetti più sfortunati. Concludo dicendo che il tempo è letteralmente volato e questo grazie non solo al clima gioviale, ma soprattutto grazie a tutte le brave persone che regolarmente si applicano nell’impegnativo lavoro di fornire assistenza a queste meravigliose creature che sono in attesa di trovare una nuova famiglia che si prenda cura di loro….

Condividi.

Autore

avatar

Partner