Bambini morsi, feriti o morti dalla aggressione di un cane!

0

Bambini morsi, feriti o morti dalla aggressione di un cane!
 

Bambini morsi, feriti o morti dall’aggressione di un cane! Parlarne è cultura cinofila o cinofobia?

Recentemente il mio stimato collega di team, Massimo Visintin, ha pubblicato un articolo nel quale spiegava l’importanza di stabilire un rapporto equilibrato e di qualità tra il padrone e cane, anche mediante l’ausilio delle varie tipologie di premio. Ne prendo spunto quindi per proseguire il discorso sull’aggressività del cane, che precedentemente abbiamo già affrontato con degli altri articoli sia miei che di Massimo. Come abbiamo sempre evidenziato, in un binomio, è basilare che il rispetto sia bidirezionale e le regole siano chiare sin da subito; ciò consente non solo di avere un rapporto funzionante, ma di essere anche funzionale ad un progetto familiare. Tra le casistiche relative a questo concetto si è proseguito immaginando un “branco” già composto (news), che andava ad adottare un secondo (o più) 4zampe e ne sono state sviscerate le problematiche, oltre che averne descritto le modalità corrette di approccio. Ora, per completezza di informazione, vorrei accennare una casistica molto comune, quella del nuovo 4zampe che viene inserito in un contesto domestico nel quale è già presente un bambino o viceversa. Ogni tanto capita (purtroppo) di leggere di bambini morsi, feriti o addirittura morti a causa dell’aggressione di un cane! Vediamone alcuni:

  • 29 settembre 2016 Pennisi (CT): Mario (nome di fantasia) 3 anni, prognosi riservata, svariate ferite al volto ed ad una gamba inferte dal cane di casa.
  • 16 settembre 2016 Torino (TO): Francesco (nome di fantasia) 2 anni, rimandato a casa, escoriazioni alle braccia inferte dal cucciolo di famiglia dopo svariati episodi di ringhio verso il bimbo.
  • 16 agosto 2016 Mascalucia (CT): Manuel (nome di fantasia) un anno e mezzo, morto, ferite multiple su tutto il corpo, causate dai 2 Dogo di famiglia.
  • 1 agosto 2016 Fossola (MS): Luca (nome di fantasia) 7 anni, svariati giorni di prognosi (non è stato comunicato il numero preciso) ferite multiple alla testa, causate dalla molossoide di casa.
  • 7 aprile 2012 San Giuliano Terme (PI) : Francesco (nome di fantasia) 4 anni, svariati giorni di prognosi (non è stato comunicato il numero preciso), ferite multiple ad una gamba, causate dal Pitbull dei vicini.

Quanto scritto sopra, che è solo un breve elenco degli episodi più famosi, non vuole instillare in alcuna maniera una qualsiasi forma di allarmismo, ma anzi, io penso che parlarne, scriverne e discuterne faccia bene ed aiuti a prevenire questi tragici episodi… quindi vorrei creare un distinguo tra cultura cinofila e cinofobia! Ora… stabilito che fortunatamente quelli sopra descritti sono dei casi e non la normalità, vorrei riprendere alcuni concetti già specificati più volte… se il cucciolo umano è già presente in casa BISOGNA insegnarli che il cane non è un peluche, non è un altro bimbo, ma è il suo fedele peloso e che questo amico è degno e bisognoso di rispetto… sempre! BISOGNA insegnare al cucciolo umano che il cagnolino/one ha spazi e tempo suoi! Alcune delle cose che il bambino non dovrebbe mai fare al cane sono:

  • Non andarlo a svegliare quando dorme.
  • Non infilare le manine dentro la sua ciotola.
  • Non colpirlo con le mani o i piedi (come accade tra bambini piccoli).
  • Non tirargli la coda.
  • Non urlargli.

Bambini morsi, feriti o morti dalla aggressione di un cane!
 
Questi esempi avvengono sempre perché i “genitori” lo consentono! Questa forma di maleducazione è inaccettabile… mi piacerebbe sapere cosa pensano queste persone di quello che accade negli asili, o nelle case di cura, quando l’indifeso di turno viene maltrattato… ogni giorno accendo la TV e sento di questi scandali… già… perché fa schifo sentire che chi si dovrebbe prendere cura del bimbo, dell’invalido, dell’anziano diventa tra le 4 mura il suo carnefice! Già immagino i commenti di qualcuno… beh mica è la stessa cosa! E no! Amico del giaguaro… per il cane è la stessa identica cosa… ricordiamoci sempre che Fido non può andare al telefono azzurro, rosa o verde a dire… signori aiutatemi… il bimbetto di turno mi vessa in continuazione… sei tu ADULTO che devi regolamentare questo delicato equilibrio… il nostro cane VUOLE rispetto! Detto questo è evidente che i casi sopracitati di violente aggressioni, non possono essere collocati necessariamente in questo discorso (1 perché non conosciamo l’anamnesi famigliare di questi casi, 2 perché non sempre sono queste le cause principali… alla base potrebbero esserci dei disturbi comportamentali di diversa natura), ma rimane comunque una forma di menefreghismo inaccettabile, che privilegia il concetto: che bene Paolino sta “giocando” con Fuffi e finalmente respiro un attimo… col cavolo! CANE e BAMBINO, hanno uguali diritti e doveri! Bene, detto ciò passerei ad osservare invece cosa fare con il peloso. Su questo ho scritto un articolo un paio di mesi fa che vi invito ad andarvi a rileggere CLICCA nel quale ci sono spiegate le cose più importanti…. Per i più pigri in maniera super sintetica dico: come per il bambino anche a Fido bisogna impartire regole ben precise da far rispettare, come ad esempio: non si salta addosso al bimbo, non si salta nella culla, no si gioca con la sua copertina, insegnargli la sequenza del distacco per evitare problemi di gelosia, etc.. Bene, siamo alla chiosa, in questo articolo ho voluto introdurre il problema, nel prossimo ne parleremo più dettagliatamente spiegando cosa fare se arriva il cucciolo umano ed il cane è stato fin ora l’unico “bimbo” di casa….

Bambini morsi, feriti o morti dalla aggressione di un cane!
 
Le foto che abbiamo inserito in questo articolo, sono state realizzate dal mio amico fotografo Cristiano Gatti e pensiamo che rappresentino la normalità in un nucleo famigliare, dove il peloso diventa il migliore amico e protettore del cucciolo umano… nonché l’unico e vero amore incondizionato… poi il bimbo crescerà e la vita gli spiegherà che quello era un rapporto speciale, indissolubile, unico… difficilmente replicabile tra umani….

Condividi.

Autore

avatar

Partner