Tra le molte manifestazioni di amore, esiste anche quella dipinta!

0

Tra le molte manifestazioni di amore, esiste anche quella dipinta!
 

Tra le molte manifestazioni di amore, esiste anche quella dipinta! Laas Gaal la dimora di una delle prime testimonianze del grande rapporto uomo-cane…

Volevo fare i miei migliori auguri ai nostri migliori Amici e non sapevo come farlo, così ho pensato alla Nostra storia insieme… a quando è nata, che è davvero molto tempo fa, così tanto tempo, che mi viene da pensare che non finirà mai e vivrà per sempre! La prima testimonianza scritta, opss dipinta, è compresa tra i 5.000 e gli 11.000 anni fa e si trova a Laas Gaal in Africa, esattamente in Somalia. A Laas Gaal esiste un complesso di grotte e ripari di roccia che contengono i più antichi esempi di arte primitiva di tutto il continente africano. In queste pitture vengono raffigurate mucche addobbate per cerimonie religiose accompagnate da esseri umani, ma anche da cani e perfino da giraffe.

Tra le molte manifestazioni di amore, esiste anche quella dipinta!
 
Queste pitture rupestri si sono perfettamente conservate grazie al clima caldo e asciutto, che ne ha garantito la conservazione oltre che dei tratti, anche del colore. Penso alluomo primitivo, con tutte le difficoltà della vita dell’epoca, concentrato sulla sopravvivenza, che nel buio della sua grotta dove cercava riparo dalle intemperie e dai predatori (in Somalia era normale incontrare leoni e tigri, animali velenosi e in più chissà, quale altro animale estinto), che trovava il tempo per dipingere le cose a lui più care. Tra queste, le mucche, facendoci pensare che vivesse di pastorizia, le giraffe che rappresentavano la caccia e lui, il nostro migliore amico di sempre… il cane! Cosa fosse per l’uomo somalo il cane non lo sappiamo con certezza, ma probabilmente fungeva da difesa, da sistema di allarme, da compagno di caccia e forse da amico, magari per certi versi un rapporto non molto diverso dai giorni nostri.

Tra le molte manifestazioni di amore, esiste anche quella dipinta!
 
Questi dipinti nella loro ingenuità ed imperfezione (ricordiamoci che venivano realizzati con delle amigdale e dipinti con dei colori ricavati da fiori, piante e terra, che applicavano al disegno iniziale probabilmente con le dita o con dei piccoli mazzetti di peli degli animali stessi), uniscono l’uomo agli animali che lo circondano, lasciando intravvedere un rapporto basato sulla vita insieme. Pensando a questi dipinti (ovviamente non quello della caccia) mi pensare che oltre ad una pratica collaborazione vi fosse anche una base di amore reciproco, un patto non censito appartenente a migliaia di anni fa, che ancora oggi continua. Gli studi genetici hanno confermato che i Levrieri ed i cani cosiddetti Primitivi, sono state le prime razze genotipicamente e fenotipicamente omogenee, che si unirono all’uomo sin dal 5000 a.C., durante il passaggio tra caccia e raccolta di cibo già presente in natura, all’agricoltura e all’allevamento. L’area geografica in cui crebbe l’unione e la simbiosi fra gli uomini e queste razze canine, si estendeva fra la Mezzaluna Fertile (che andava dal Golfo Persico al Mar Rosso) e la penisola Iberica, comprendendo l’Eurasia e il Nord Africa. Ho provato ad immaginare a quale cane assomigli quello dipinto nelle grotte di Laas Gaal, ma faccio fatica ad immaginarlo, per me è il mio Alf (meticcio incrocio Bassotto – San Bernardo) o magari il mio stupendo Jack (Flat Coated Retriever) o forse è Wolf (incrocio di Pastore Tedesco – Alano), ma alla fine credo che sia il cane d’ognuno di noi.

Tra le molte manifestazioni di amore, esiste anche quella dipinta!
 
Ogni volta che guardiamo il nostro cane,dovremmo ricordarci degli uomini primitivi, che dipingevano i loro nelle grotte… ricordarci che questo amore vive da migliaia di anni e non finirà mai; così ogni volta, soprattutto ora, che il Natale si avvicina, augurargli “Buon Natale caro amico mio”. Buon Natale a te che sei parte di me… da sempre… dalla notte dei tempi!

Buon Natale lettori di Consulpets ed a tutti voi che amate…

Condividi.

Autore

avatar

Partner