Molti cani hanno paura dei botti…

0

Molti cani hanno paura dei botti…
 

Molti cani hanno paura dei botti che fare?

Molti cani ed in percentuale maggiore quelli che arrivano dai canili, hanno paura dei botti, che fare? La prima considerazione che vorrei proporvi sulle paure è che queste sono vere, reali e fanno male allo spirito del cane. A differenza nostra, dove l’intelletto ci può supportare, nel caso un’altra persona ci spiegasse che la nostra paura è sbagliata, per il cane questo non vale… non capisce parole argomentate tipo: no Amore Mio… non avere paura dei botti cattivi… non ti fanno nulla cucciolo di mamma, stammi vicino e fai finta di nulla! Così facendo quando esploderà la Bomba di Maradona (un grosso petardo) in cortile per il nostro cane (che teme i botti) sarà una vera sofferenza. Pertanto, stabilito che su questa problematica non si può scherzare e non bisogna prenderla alla leggera, iniziamo il prima possibile a “desensibilizzarlo”, così facendo ci prenderemo cura di lui in maniera seria (proteggendolo). Avete una settimana per mettere in pratica questi consigli… che fate!… state ancora leggendo? Il tempo è tiranno di corsa al campo! 🙂 Ahahahahaha Per desensibilizzare il cane alle esplosioni al campo d’addestramento o quando vado nelle case private, uso diversi metodi, qua ve ne suggerisco uno facile facile, che potrete attuare con l’aiuto di un vostro amico: porgetegli una pentola con coperchio (o anche solamente due coperchi che facciano tipo da piatti… modello banda); poi prendete il cane ed incominciate la vostra passeggiata. Ricordatevi! Prendetevi tutto il tempo che vi serve e affrontate un percorso nel quale il cane possa rilassarsi, sentirsi in pace con voi (camminare con il suo umano preferito gli fa bene per molti motivi, tra i quali l’aumento di fiducia attraverso un esperienza positiva) e possa sfogarsi. Ricordatevi che la location è importante per raggiungere lo scopo, pertanto scegliete un’area tranquilla e molto ampia (no parchi cittadini con un disastro di rumori, macchine che fanno avanti e indietro o piena di gente che schiamazza).

Molti cani hanno paura dei botti…
 
Quando noterete che il cane è sereno, cercate di ingaggiarlo con premi – movimenti – gioco, dopo di che date l’ordine al vostro amico armato di pentola tramite l’uso di un cellulare o un walkie talkie (che sarà rimasto nascosto fino ad allora, modello agente segreto, ad un centinaio di metri circa, con la distanza che diminuisce o aumenta a secondo di quanta è la paura del cane) di sbattere pentola e coperchio (ovviamente non deve essere una bomba atomica… ma si deve sentire); è probabile che le prime volte il cane si dimostri un po’ turbato (mi raccomando il rumore non deve essere traumatico ma il vostro Fido deve sentirlo… sentirlo senza che si spaventi) sta a voi ed al vostro amico capire quanto vicino e quanto forte. Nel dubbio iniziate molto distanti e con un rumore molto basso; a questo punto se sarete stati tanto bravi da mettervi ad una distanza sufficiente ed il vostro amico di aver fatto un rumore che si senta ma non troppo forte, continuate a giocare con il vostro cane facendogli mille complimenti e premiandolo a più non posso: bocconcini, pallina, premi sociali etc. dipende da cosa preferisce Lui, ma SEMPRE anche il premio sociale (coccole, parlargli, fargli capire che siete orgogliosi di lui). L’esperimento dovrà essere fatto a distanza sempre più ravvicinata, non è il caso di arrivare a sbattere pentola e coperchio nel orecchio del cane… fermatevi come traguardo a 5 metri con un rumore normale, non esagerate!!! Al posto della pentola (per quanto io sia normalmente contrario) potrete, solo per questa volta, usare in modo molto attento anche voi dei petardi che assomiglieranno di più a quello che lui sentirà durante le feste di fine anno. Al campo d’addestramento si usa anche (a fine percorso e non in tutti i casi una pistola calibro 45 caricata a salve… hahahaha… che immagino avrete tutti sotto il cuscino 🙂 ). Se durante questo lavoro certosino, i rumori anche più tenui lo intimoriscono, (cioè che il vostro tentativo di desensibilizzazione non stia da subito dando i suoi frutti) non ditegli nulla, fate finta di niente e continuate a passeggiare con lui, riproverete l’indomani da più distante e con un rumore ancora più tenue (l’amico se ne farà una ragione… ahahhhaha.. gli offrirete una birra a fine lavoro!). Questo percorso, come sempre quando si affrontano le paure va affrontato con molta attenzione e sensibilità! Se potete, fatevi seguire da un bravo educatore cinofilo e non abbiate scrupoli a “levare le tende” dal campo di addestramento se percepite che l’operatore al quale vi siete affidati non fa per voi e per il vostro cane; chi lavora sulle paure del cane, deve avere una profonda sensibilità, non deve essere MAI violento e deve comprendere il percorso da effettuare senza l’utilizzo di uno strumento becero come la paura… è il suo mestiere e lo deve fare con gentilezza e soprattutto in maniera etica. A proposito vi consiglio in questi casi di non pagare mai le lezioni in anticipo “vedere cammello… pagare moneta”; prima dovrà dimostrare le sue abilità (la prima seduta di prova) se poi si dimostra capace allora poi lo pagate. Spesso ho visto persone che anche se non convinte, hanno portato più volte il loro cane ad un campo anche se l’educatore di turno non convinceva, perché ormai avevano pagato le famose dieci lezioni in anticipo! Questo non va fatto; non mi convinci, non sei capace, il mio cane con te non ha feeling… ci sono tanti campi in giro… cercherò un altro professionista. Qua di seguito la sequenza illustrata del percorso di desensibilizzazione:

Molti cani hanno paura dei botti…
 
Mi raccomando poco per volta, sempre più vicino, ma piano piano, se sbaglierete e farete spaventare il vostro cane dovrete rincominciare facendo alcuni passi indietro… questo cammino va fatto con molta sensibilità. NON pretendete di arrivare alla fine del percorso in un giorno, ma date al vostro peloso tutto il tempo che gli serve. E poi premiate premiate e ancora premiate il vostro cane ad ogni successo! Nel caso che il vostro cane sia fobico mi raccomando fatevi aiutare (sperando di trovare un professionista veramente capace!!!). Se ormai è tardi per desensibilizzarlo allora i consigli sono i soliti:

Suggerimenti comportamentali:

  • Non consolatelo alle esplosioni, rafforzerebbe solamente le sue paure.
  • State con lui… ma non dimostratevi preoccupati… dovete essere voi per primi ad essere tranquilli (ricordatevi che un cane percepisce un terremoto prima di noi… figuratevi se non percepisce le vostre emozioni)… non c’è nulla di cui avere paura è tutto tranquillo… questo è il messaggio che gli dovete passare.
  • Se alla sera guardate solitamente la tv con lui sul divano o ai vostri piedi, (non deve cambiare il normale tran tran familiare) distraetelo con i suoi premi preferiti.
  • Se riuscite intrattenetelo con giochi vari.
  • Se sta nella cuccia lasciatelo stare tranquillo.
  • Se vi sta vicino lasciatelo dov’è, ma comportatevi come al solito, cioè come se fuori non ci fossero i botti.
  • Se si rintana in qualche angolo o sotto ad un letto, cercate di portarlo ad interagire con voi usando il premio (gioco – cibo), se non ci riuscite non forzate il cane e lavorate di più dal giorno successivo.
  • Se ha paura… sta male, se sta male non prendetelo in giro!!! Ma siate leader veri e sicuri.

Suggerimenti pratici:

  1. Chiudete tapparelle e finestre… insomma tutto ciò che avete per insonorizzare la casa.
  2. Accendete radio o tv ad alto volume (per lui sono rumori soliti).
  3. Fatelo uscire quando ancora non ci sono esplosioni, una bella e lunga passeggiata con tante corse, in modo che si stanchi e si sfoghi il più possibile.
  4. Dategli la cena in anticipo e ben prima dei botti.
  5. NON chiudetelo mai sul balcone o in garage (sembra strano dirlo ma ho visto pure questo!)

Suggerimenti di buon senso: Se non sono “davvero necessari” (cani con VERE ed ACCERTATE FOBIE che ad esempio sfociano in aggressività o in atteggiamenti autodistruttivi o che davvero rischiano di morire di paura) niente psicofarmaci!!! Gli psicofarmaci non sono caramelle!!! Utilizzateli SOLO se tutte le altre soluzioni (provate con l’omeopatia… con i fiori di Bach o in qualsiasi altro modo prima) sono state percorse e SOLO sotto prescrizione veterinaria!!! Mi raccomando proprio voi… almeno voi non tirate petardi!!!

Il pensiero del giorno sui cani è:Teneri, Particolari, Speciali… Siatelo anche voi! Le paure si possono… anzi si devono affrontare!

Condividi.

Autore

avatar

Partner