Prova costume anche per il nostro mitico 4 zampe?

0

Prova costume anche per il nostro mitico 4 zampe?
Foto di: Shehan Peruma – www.flickr.com/shehan365.

Prova costume anche per il nostro mitico 4 zampe?

L’unica prova costume che posso superare è quella dell’infradito! Rispondo sempre così a chi mi chiede se mi sto preparando alla più classica delle prove pre-estive. 😊 Tornando seri, anche i nostri amici a 4 zampe che siano gatti o cani, hanno bisogno di uno stile di vita attivo e di un’alimentazione equilibrata. Non essendo uno specialista dell’alimentazione, lascio il compito a chi se ne occupa da circa quarant’anni: Cesare Gilardi, che ha scritto interi paragrafi sul nostro sito di informazione. La vita sedentaria ed un’alimentazione squilibrata e o abbondante, possono portare, purtroppo, i nostri beneamati ad anticipare la morte; come per noi umani, anche per i nostri pets essere grassi non è una skill ed il nostro quadrupede grasso come un agnolotto posato su quattro stuzzicadenti, potrebbe avere a breve problemi agli organi più importanti o incorrere nel temuto diabete!

Prova costume anche per il nostro mitico 4 zampe?
 
Visto che per ovvie ragioni di dieta preferisco non parlare, non mi dilungherò oltre, ma di una cosa sono certo, spesso il problema per certi “papà e mamma” sono gli occhi a cuoricino dei loro amati, ad indurli ad essere indulgenti nelle varie pause pranzo/cena. Spesso in molte tavole i 4 zampe assistono con la bava alla bocca al pasto degli umani e “giustamente” loro ci provano con svariate tecniche: musetto o zampa appoggiati sulla gamba, lamenti, tecniche che vanno dal simulare la necessità di uscire in terrazzo affinchè il padrone abbandoni la sedia per aprirgli e quindi lasciare campo libero alla scorribanda, sino ai più classici abbai a mitraglietta.

Prova costume anche per il nostro mitico 4 zampe?
Nella foto: vi preghiamo di non fare mai una cosa del genere… grazie! 

Ovviamente il compito del bravo proprietario è non lasciarsi commuovere, il loro cibo è quello che gli verrà somministrato dopo il pasto del branco e che viene stabilito con l’esperto nutrizionista che abbiamo scelto per la loro dieta! Ma che fare se non si riesce a rimanere inflessibili alle varie pantomime del peloso di turno? Allora, premesso che questa condizione si rimuove ignorando il cane, che nel lungo termine si rassegnerà, se proprio non riuscite a resistere, il mio consiglio è di regalargli alimenti a zero grassi e zuccheri, come un pezzetto di finocchio, qualche ciuffo di radicchio tardivo (Treviso), della zucchina cotta a vapore, un pezzetto di: pera, mela, ananas, sino ad arrivare alla pratica galletta di riso (non più di metà ed in pezzetti piccoli). Insomma nulla che faccia ingrassare, ma soprattutto che venga offerto alla fine del pasto a mo’ di scambio… cioè, tu fai il bravo ed io ti premio con un entree pre-scodella. Vi invito a leggere una delle tante tabelline dove vengono indicati i cibi pericolosi per i nostri animali, ricordiamoci che molti cibi a noi graditi possono danneggiare il metabolismo del cane e del gatto. Un alimento assolutamente da non somministrare non presente nell’immagine qui sotto: è la carota, poiché molto difficile da digerire e quindi tendente ad affaticare ed infiammare l’intestino, oltre che ad essere molto zuccherina.

Prova costume anche per il nostro mitico 4 zampe?
Foto di: www.iconsiglidelfarmacista.it 

Cosa di cui invece sono più competente è l’attività fisica; ovviamente non parlo dei vari sport cinofili, ma di uno sport più “casalingo”: le lunghe passeggiate con lui, i nostri giochi insieme (sul lago, al mare, in campagna, etc.), che alla fine sono salutari per entrambe e aumentano anche l’empatia e la collaborazione di questo branco interspecifico.

Prova costume anche per il nostro mitico 4 zampe?
 
Rimango allibito quando leggo che esiste la categoria del Dog Trainer, ma come è possibile? Non siamo in grado di svolgere un attività salutare da soli per/con il nostro cane? Beh, a meno di problematiche particolari legate a trattamenti di recupero post-operatorio o patologie dei muscoli e delle ossa, sinceramente credo che con un po’ di buona volontà il Dog Trainer non sia necessario. Le razze di cane più a rischio le conosciamo più o meno tutti, ma c’è una categoria che spesso viene lasciata alla deriva, i cani anziani (magari pure sterilizzati), anche se ogni tanto mi tocca vedere pure qualche cucciolo obeso e questo è raccapricciante. Cadendo nell’irresistibile stimolo di parlare di percentuali, a quanto pare da una recente statistica si è evidenziato che i cani obesi sono per il 30% quelli di taglia media mentre il 40% appartengono alla taglia di grande mole, il comune denominatore è che vivono entrambe in un contesto cittadino. L’incidenza delle malattie in cani di giovane età varia dal 31% dei cani in forma, fino al 57% per quelli obesi. Questo significa che 1 cane su 3 sano, potrebbe incrociare una serie di patologie, mentre più della metà quelli obesi. Correggendo l’alimentazione ed aumentando l’attività fisica il 97% dei cani obesi ha perso l’11% del proprio peso (Fonte Alberto Colzani, dirigente responsabile del Servizio veterinario dell’Asl di Torino), senza parlare di quelli che si sono sottoposti a diete con una proteina inferiore al 24%  nei i quali solo in 18% ha manifestato malattie. Quindi in maniera spiccia potremo dire che facendo movimento (alimentando in maniera sana e corretta il nostro cane 4 pasti a gg. – poco e spesso) i vantaggi sono:

  • Il nostro pet ritorna in forma;
  • camminando almeno 40 minuti al gg. dimagriremo anche noi;
  • creiamo empatia con il nostro grande amico;
  • conosceremo nuove persone (dalle ultime statistiche solo a Torino 🙂 ci sono 86.000 cani, forse tra i proprietari c’è la nostra anima gemella o il/la nostro/a amico/a del cuore).

Una cosa di cui tenere molto conto è l’asfalto, bisogna assolutamente evitare passeggiate sull’asfalto bollente, impariamo a posare il dorso della nostra mano sul fondo stradale prima di percorrerlo con il nostro cane, perché se l’asfalto brucia la nostra pelle, le sue zampe che sono sprovviste di calzature potrebbero danneggiarsi anche in modo grave… ma delle passeggiate ne parleremo in un altro articolo 😉

Prova costume anche per il nostro mitico 4 zampe?
 
Così armiamoci di buona volontà, amore e rispetto per il nostro cane che poi magari qualche chiletto lo perdiamo pure noi!

Prova costume anche per il nostro mitico 4 zampe?
 
Vado a passeggio con Alf (nella foto sopra) che è ingrassato di un grammo ed io devo ancora smaltire gli abusi gastronomici del Natale 😊 

Condividi.

Autore

avatar

Partner